“Città Europea del Vino 2019”, cinque Comuni del Sannio si candidano

“Città Europea del Vino 2019”, cinque Comuni del Sannio si candidano

Il riconoscimento sarà assegnato da Recevin, rete europea delle Città del Vino formata dalle associazioni nazionali presenti negli undici Paesi membri

110
SHARE

C__Data_Users_DefApps_AppData_INTERNETEXPLORER_Temp_Saved Images_viticoltura-vini-viticoltori-naturali-sannio“Al via la candidatura del territorio vitivinicolo sannita a “Città Europea del Vino 2019″. Il progetto, ufficializzato in occasione della rassegna enologica dedicata ai vini del Taburno “VinEstate” nell’ambito del convegno “Verso la Città Europea del Vino – Una grande opportunità per le vigne del Sannio”, riguarda cinque comuni vitivinicoli campani del Beneventano (Castelvenere, Guardia Sanframondi, Sant’Agata dei Goti, Solopaca e Torrecuso) dove si coltiva circa il 40% dell’intera produzione viticola della regione”: è quanto riporta Ansa.

“Il riconoscimento al territorio di capitale della cultura enologica del vecchio continente sarà assegnato, su candidatura unitaria italiana, da Recevin, rete europea delle Città del Vino formata dalle associazioni nazionali presenti negli undici Paesi membri (Germania, Austria, Bulgaria, Slovenia, Spagna, Francia, Grecia, Ungheria, Italia, Portogallo e Serbia) per un totale di quasi 800 città di tutta Europa” si legge all’interno della nota.

“Nelle precedenti edizioni il riconoscimento di “capitale” europea del vino, attribuito ogni anno a turno ad un Paese differente dal 2012, è stato conferito a Palmela (Portogallo, 2012), Marsala (Italia, 2013), Jerez de La Frontera (Spagna, 2014), Resguengos de Monsaraz (Portogallo, 2015), Valdobbiadene-Conegliano (Italia, 2016), Cambados in Galizia (Spagna, 2017), Torres Vedras/Alenquer e Rethimnos (rispettivamente Portogallo e Grecia, 2018)”.