Forza Italia, Fernando Errico ha sottoscritto lo “Young Act”

Forza Italia, Fernando Errico ha sottoscritto lo “Young Act”

“Sarò in prima linea per far si che tutte le misure e gli atti a sostegno dell’occupazione giovanile siano approvati ed attuati nel più breve tempo possibile”

677
SHARE

fernando errico

“Sarò in prima linea per far si che tutte le misure e gli atti a sostegno dell’occupazione giovanile siano approvati ed attuati nel più breve tempo possibile”.

Il candidato di Forza Italia alle politiche del 4 marzo, Fernando Errico sottoscrive il suo patto con i giovani del Sannio che ha voluto incontrare per confrontarsi insieme su idee e proposte da portare nell’agenda di governo in caso di vittoria del centrodestra.

Un atto di responsabilità lo definisce Errico per il quale “non si tratta di fare semplici promesse, ma di contrarre un impegno solenne con i ragazzi del nostro territorio che, come tantissimi coetanei dell’intera nazione vivono, purtroppo, in questo momento storico ed economico particolarmente difficile, il dramma vero della mancanza del lavoro.

Una misura immediatamente attuabile –  spiega Errico – riguarda la detassazione e decontribuzione totale per incentivare le assunzioni stabili e durature di persone giovani e disoccupate. Ne ha parlato anche il presidente Berlusconi annunciando che lo “Young Act”, un piano per sostenere i giovani, sarà il primo provvedimento del governo a guida centrodestra.

Vorrei che dopo il 4 marzo – dice Errico rivolgendosi ai giovani del Sannio – tornassimo a confrontarci su questo tema che è per me fondamentale perché, in caso di vittoria della nostra coalizione, daremo conto di questo atto firmato insieme a voi. Anche questo significa metterci la faccia come stiamo facendo noi.

Le comicità o gli specchietti per le allodole non appartengono al nostro modo di intendere la rappresentazione politica sul territorio. Noi ci siamo, oggi, per raccogliere le istanze di tutti i nostri cittadini e, soprattutto, ci saremo dopo il 4 marzo per dare voce alle nostre comunità”.