NicolaDiPinto[1]

Un volto interessante del cinema italiano approda nel cast di “ -M- il film”, la pellicola di produzione indipendente, firmata dal regista Lorenzo D’Amelio. I protagonisti Giorgio (Glauco Rampone) e Cristina (Silvia Di Bernardo), dopo mille vicissitudini, incontreranno, nella vicenda interpretata, il misterioso personaggio dell’antiquario. A dargli volto e voce sarà Nicola Di Pinto, apprezzato interprete teatrale e cinematografico.
Sul grande schermo è stato diretto da Marco Bellocchio,Nanni Moretti, Giuseppe Bertolucci, Mario Monicelli. Giuseppe Tornatore lo ha scelto per il ruolo di Alfredo Canale ne “Il camorrista” e poi per differenti interpretazioni nei suoi successivi film.Ha lavorato inoltre con Sergio Rubini, Ennio Fantastichini, Vincenzo Salemme. In teatro ha collaborato con Eduardo De Filippo ed Armando Pugliese. Approfondimenti sulla figura professionale di Nicola Di Pinto e tutte le notizie in tempo reale sul sito “www.emmeilfilm.it”.
RIPRESE AL LICEO “FERMI” DI MONTESARCHIO

Nel frattempo, continuano alacremente le riprese di “- M – il film”, che si concluderanno a fine luglio ed hanno attraversato in questi giorni i luoghi più caratteristici del centro cittadino di Benevento, coinvolgendo poi moltissimi giovani, che hanno partecipato con entusiasmo ai lavori, al Liceo “Fermi” di Montesarchio, dove la troupe si è spostata per alcune scene, girate in contesto scolastico.Ed è stata per loro utile occasione per acquisire conoscenza e consapevolezza delle tecniche di realizzazione dì un film, in un utile “progetto” di alternanza scuola lavoro, nel segno della socializzazione e della collaborazione.
ANTONIO FIORILLO DI “UN POSTO AL SOLE”, GUEST STAR

Ciliegina sulla torta anche la partecipazione, da guest star, di Antonio Fiorillo, fra i protagonisti di “Un posto al sole”, nell’insolito ruolo del severissimo Preside della scuola frequentata dai protagonisti. In settimana,  ancora un “appuntamento culturale” per la  troupe, che si fermerà per “girare” nella Biblioteca del Museo del Sannio.
Prossima tappa a Montella, in Irpinia, dove la vicenda narrata si riallaccerà a testimonianze storiche, e vedrà il proprio interessante ed inaspettato epilogo.