Turismo religioso, Mortaruolo: “Dalla Regione Campania 1,8 milioni di euro per Pietrelcina”

Turismo religioso, Mortaruolo: “Dalla Regione Campania 1,8 milioni di euro per Pietrelcina”

Sarà stipulato un protocollo d'intesa tra la Regione Campania, la Provincia religiosa dei Frati Minori Cappuccini e la Parrocchia di Santa Maria degli Angeli di Pietrelcina

139
SHARE

de luca Mortaruolo

“La Giunta della Campania ha programmato lo stanziamento di 1,8 milioni di euro per interventi di riqualificazione, restauro conservativo e per la valorizzazione di immobili di valenza storico – culturale nonché dei luoghi di culto del Comune di Pietrelcina. Sarà infatti stipulato un protocollo d’intesa tra la Regione Campania, la Provincia religiosa dei Frati Minori Cappuccini e la Parrocchia di Santa Maria degli Angeli di Pietrelcina”. Ad annunciarlo è il Consigliere regionale e Vicepresidente della Commissione Agricoltura della Campania, on.le Erasmo Mortaruolo.

“Pietrelcina e i luoghi di Padre Pio – evidenzia Mortaruolo – sono centrali nella programmazione del turismo religioso sul quale la Regione Campania ha deciso di investire. La Campania, infatti, registra un forte trend di crescita con 700mila persone l’anno che si recano in visita o in pellegrinaggio a Pietrelcina. Ma il programma di interventi della Regione Campania rientra in un quadro generale che partendo dal rilancio di Pietrelcina e delle aree interne del Sannio, inserite tra gli itinerari del treno storico che raggiunge le principali mete turistiche e religiose, attraverso il ripristino della tratta ferroviaria Benevento-Pietrelcina, costituisce una condizione essenziale per far crescere ulteriormente l’affluenza di fedeli e turisti nella città”.

Prosegue Mortaruolo: “Il Comune di Pietrelcina può condividere le sue potenzialità con l’intero territorio sannita, valorizzando le caratteristiche di borgo originale, in grado di offrire al turista e al pellegrino suggestioni, emozioni e soprattutto un percorso spirituale che permette di rivivere il periodo più importante del santo sannita, che nacque e visse a Pietrelcina fino a circa trent’anni e vi ritornò spesso anche durante il noviziato. Ed è per questo, che in tal senso l’intera provincia può beneficiare di questo grande flusso di turisti e di pellegrini, attraverso un progetto integrato di offerta che incoraggi la permanenza per più giorni dei visitatori mettendo in rete il sito Unesco di Santa Sofia, le risorse termali, il patrimonio culturale, paesaggistico ed enogastronomico dei Comuni dell’area”.

“Questo segno di vicinanza concreta e significativa della Regione Campania al Sannio e alla Città di Pietrelcina – conclude Mortaruolo – è straordinariamente importante anche in vista della visita che il prossimo 17 marzo Papa Francesco farà a Pietrelcina. Questo è un altro impegno che manteniamo nell’ambito del progetto complessivo di sviluppo delle aree interne della Campania per le quali il turismo religioso rappresenta una direttrice strategica”.