15^ giornata Serie B, il Benevento a caccia del bottino pieno contro il Brescia

c__data_users_defapps_appdata_internetexplorer_temp_saved-images_14910500_10154678962519605_7335379120882406765_n

È una partita inedita che vede di fronte due squadre che non si sono mai affrontate finora. Benevento-Brescia è una sfida che vede impegnate due squadre che si trovano nella parte sinistra della classifica e che fino a due giornate fa erano distanti tre punti. Poi la Strega ha spiccato nuovamente il volo con le vittorie di misura su Ternana e Cittadella mentre le Rondinelle hanno trovato prima la gioia per 3-2 contro il Cesena poi con lo stesso risultato hanno capitolato al Mazza contro la Spal. Proprio la partita contro la squadra di Semplici ha lasciato duri strascichi per mister Brocchi che è chiamato al riscatto in terra sannita. La prevendita si attesta intorno alle 1000 unità, si conta sempre sulle ultime ore antecedenti al match, mentre è stata sospesa la prevendita per il settore ospiti. I tifosi bresciani che hanno acquistato il tagliando potranno chiedere il rimborso alla società Benevento Calcio.

QUI BENEVENTO
Mister Baroni chiede continuità. È questa la parola fondamentale per continuare a sorprendere, anche se il Benevento sorpresa non lo è più, a detta di tutti. Ed è per questo che il tecnico fiorentino chiede una prova importante ai suoi: il Brescia è un ottimo banco di prova. Torna disponibile Lopez dopo aver scontato le due giornate di squalifica, mentre resta ancora fermo Cissé non convocato. Problemini anche per Buzzegoli, e questo lo sapevamo: toccherebbe nuovamente a De Falco sostituirlo, sperando in un riscatto immediato. Da non scartare l’ipotesi Del Pinto o un centrocampo a 3 come visto nella ripresa contro il Cittadella, anche se per ovvie caratteristiche tecniche e strutturali, la coppia Chibsah-Del Pinto non è idonea alla causa giallorossa. Lo schieramento tattico non dovrebbe variare nemmeno di fronte al 3-5-2 di Brocchi (primo confronto tra lui e Baroni), si va per il 4-2-3-1 col ritorno di Cragno tra i pali e Gori che si accomoda in panchina dopo le due giornate di gloria che lo hanno attestato tra gli immortali della storia sannita calcistica. In difesa ritorno fondamentale quello di Walter Lopez a sinistra, poi si va verso la conferma di Gyamfi con Venuti nuovamente in panca. Al centro la coppia Padella-Lucioni pronta a sbarrare la strada a chiunque e a mantenere la miglior difesa del torneo (e tra le migliori d’Italia). A centrocampo possibile duo Chibsah-De Falco con il solito trio di trequartisti Ciciretti-Falco-Melara dietro a Ceravolo pronto nuovamente a pungere. Se Baroni cerca la continuità dovrà trovarla nell’assetto che sinora gli ha regalato più soddisfazioni, non a caso con gli esperimenti si è finiti per crollare al cospetto di Salernitana, Entella e Trapani, colpevoli anche le assenze forzate. Ma si sa, il mister ci ha abituato a tante sorprese, chissà se ne ha in serbo qualcuna per domani.

QUI BRESCIA
Il Brescia arriva decimato nel Sannio. Contro la Spal sono stati espulsi Lancini e Martinelli. Squalificati che si vanno ad aggiungere agli infortunati Coly, Bubnjic e Bonazzoli, mentre Dall’Oglio sarà impegnato con la Primavera. Ritornano Untersee (squalificato contro la Spal) e Morosini che è stato recuperato all’ultimo insieme al portiere Minelli uscito contro la Spal per infortunio muscolare. Tanti dubbi per mister Brocchi che dovrebbe mantenere quindi l’assetto visto a Ferrara, contando su una rosa composta tutta da giovani eccetto il comandante Caracciolo, bandiera bresciana. Morosini, prospetto davvero interessante per le Rondinelle, dovrebbe partire dalla panchina. Con lui sarebbe stato di nuovo 4-3-1-2. Brocchi chiede ai suoi un riscatto, tanta rabbia da sbollire che deve trasformarsi in positività. Vuole una squadra agguerrita, e non è l’unica che sinora si presenta così al Vigorito… Anche Untersee suona la carica in un’intervista, tuonando che “a Benevento si va per vincere anche se sarà difficile”. Untersee che dovrebbe tornare titolare date le assenze. Dubbio Minelli-Arcari tra i pali. In difesa il trio Fontanesi-Somma-Calabresi, con quest’ultimo in ballottaggio con Rossi o Untersee che potrebbero essere spostati in difesa, poi esterni Sbrissa e Rossi (o Rosso) con al centro il trio formato da Bisoli, Pinzi e Untersee (o Ndoj). In avanti l’attacco pericoloso formato dall’Airone Caracciolo e Torregrossa. Se si dovesse tornare al 4-3-1-2 possibile chance dall’inizio per Morosini nel ruolo di trequartista. Se Brocchi non volesse rischiarlo, pronto Bisoli in quel ruolo. A quel punto si ridisegnerebbero difesa e centrocampo, con qualche possibile sorpresa iniziale. Di sicuro Brocchi scioglierà le riserve nella giornata di domani, tanto conta l’impegno che i suoi ci metteranno nel match del Vigorito come fatto sempre sinora in campionato. Una squadra mai doma e che non muore mai, questo il peggior pericolo proveniente dal Brescia.

MOMENTO MAGICO
È un momento magico per la Strega, neanche a dirlo. Cragno e Ciciretti sono stati chiamati dal ct Ventura per gli stage che si terranno a Coverciano la prossima settimana e che raggruppano i migliori talenti del calcio italiano che non sono impegnati nelle coppe europee. Il Benevento è la squadra più rappresentativa dopo l’Atalanta. Inoltre, la squadra giallorossa è la miglior difesa della Serie B insieme al Pisa che però ha segnato meno gol rispetto a quanti ne ha subiti: alla Strega sorride la differenza reti. Una delle migliori difese d’Italia: comanda il Catania con 8 gol subiti, poi 9 gol subiti per Juventus, Benevento, Pisa e Venezia nei maggiori campionati professionistici italiani.

PROBABILI FORMAZIONI
BENEVENTO (4-2-3-1): Cragno; Gyamfi, Padella, Lucioni, Lopez; Chibsah, De Falco; Ciciretti, Falco, Melara; Ceravolo.
A disposizione: Gori, Perucchini, Bagadur, Camporese, Venuti, Buzzegoli, Del Pinto, Jakimovski, Pajac, Puscas. All.: Baroni

BRESCIA (3-5-2): Minelli; Fontanesi, Somma, Untersee; Sbrissa, Bisoli, Pinzi, Ndoj, Rossi; Torregrossa, Caracciolo.
A disposizione: Arcari, Calabresi, Baronio, Camara, Rosso, Crociata, Morosini, Modic, Vassallo. All.: Brocchi

Lascia una risposta