21 marzo tra memoria e impegno, gli studenti beneventani contro le mafie

giornata memoria

Nella giornata di oggi, martedì 21 marzo, gli alunni degli Istituti superiori di Benevento si sono recati in diversi luoghi della città per mantenere viva la memoria di tutte le vittime delle mafie e del terrorismo. Oggi, infatti, in questo primo giorno di primavera, si celebra la 22esima edizione della giornata dedicata al ricordo di tutte quelle persone che hanno perso la propria vita per combattere, in diversi modi, la mafia. Tra le vittime, oltre i noti Falcone e Borsellino, anche uomini della nostra città, ai quali fino a pochi anni fa, probabilmente, non era stato dato il giusto riconoscimento. Raffaele Delcogliano e Aldo Iermano sono infatti i due sanniti che hanno perso la propria vita opponendosi al sistema clientelare camorristico che, nel particolare, gestiva i corsi di formazione regionale.

Camorra e colonna napoletana delle Brigate Rosse si unirono per mettere a tacere lo scomodo assessore Delcogliano e il suo amico Aldo Iermano.  Dunque, grazie all’associazione Libera anche loro vengono ricordati in ogni parte d’Italia. Qui a Benevento, proprio Libera ha voluto organizzare le attività di questa mattinata in tre diversi luoghi della città: l’Hortus Conclusus, la Villa Comunale e il Tribunale di Benevento. Forte l’impegno degli studenti che hanno potuto comprendere l’importanza del concetto di memoria anche attraverso canzoni, poesie e storie di uomini che non hanno chinato il capo dinanzi alle minacce delle mafie.

E poi, la lettura di tutti i nomi delle persone vittime della mafia, alle ore 11 e 15, in contemporanea in tantissime piazze d’Italia.

“Una vita, una famiglia, dei sentimenti, delle sofferenze, se dietro ad ogni nome pensiamo a questo, allora ogni nome ci attraversa.” Queste le parole della professoressa Maria Pia Bruno presente sul posto e accompagnatrice di una delle classi dell’Istituto Tecnico Industriale di Benevento, G.B. Bosco Lucarelli. Una giornata vissuta dunque nel ricordo di coloro che hanno lottato per garantire a tutti noi un futuro migliore, ricordo che abbiamo l’obbligo di mantenere sempre vivo in ognuno di noi.

 

Pietro Di Stasio

Lascia una risposta