9^ giornata Serie B, secondo turno in trasferta per gli Stregoni contro l'Entella

c__data_users_defapps_appdata_internetexplorer_temp_saved-images_14368644_10154561367069605_5769838032780827474_n

Sarà un match ostico in uno dei campi più difficili della Serie B, quello del Benevento di Baroni, ospite della Virtus Entella, ormai non più matricola terribile ma vera conferma della cadetteria. È la terza stagione per i liguri in B dopo la storica promozione nella stagione 2013-2014, primi nel girone A. All’esordio in B, conclusero l’annata perdendo ai play-out contro il Modena ma furono ripescati a causa della retrocessione del Catania in Lega Pro per via del Calcioscommesse. Lo scorso anno l’exploit dei biancocelesti, che hanno concluso il campionato al nono posto, lottando per l’intera stagione per un posto nei play-off. Stagione, questa, partita seguendo le imprese di quella precedente: 12 punti, a meno due dagli Stregoni, e ottimo pareggio al San Nicola nel turno domenicale dell’ottava giornata. Il sintetico del Comunale di Chiavari presenterà non poche difficoltà ai giallorossi chiamati alla riscossa dopo il k.o. di Salerno. Ristabiliti gli infortunati Lopez, De Falco e Falco: tutti e tre sono stati convocati ma Baroni deve ancora sciogliere le riserve sul loro utilizzo. Si profila almeno un tempo per Lopez e Falco, mentre De Falco potrebbe essere impiegato sin dall’inizio al fianco di Chibsah, per far rifiatare Buzzegoli anche in vista dei prossimi impegni (tra una settimana il Perugia arriva al Vigorito e poi subito trasferta a Trapani nel secondo turno infrasettimanale). Nella lista dei convocati non figura Puscas che sta ancora guarendo dall’infortunio al mignolo che oramai lo sta tenendo fuori dal terreno di gioco troppo a lungo (oltre ai circa 20 minuti contro la Spal, è sceso in campo solo contro la Pro Vercelli). Non convocato nemmeno Piscitelli, chiamato ad aiutare la Primavera data la squalifica per tre settimane del portiere Cioce. Se si vuole azzardare una formazione tipo, Baroni sembra deciso a tornare al 4-4-2, con variazione in corso d’opera con l’ingresso di Falco (a quel punto sarà 4-2-3-1): Cragno torna finalmente in porta dopo la parentesi Nazionale. In difesa il dubbio riguarda soltanto Lopez, ristabilito dal piccolo infortunio, ma tocca al tecnico fiorentino decidere il suo utilizzo dall’inizio del match. Pezzi ha qualche possibilità in più ma non si esclude neanche Gyamfi all’esordio da titolare, con Venuti spostato a sinistra. Al centro la solita coppia Padella-Lucioni. A centrocampo De Falco dovrebbe affiancare Chibsah, con Ciciretti e Melara sugli esterni. In avanti nuova possibilità dal primo minuto per Cissé, dopo l’altra chance avuta contro il Novara, affiancato da Ceravolo. Se invece Baroni opta per Falco da subito, Cissé si accomoderà in panchina e così si tornerebbe al 4-2-3-1. Scelte tecniche e di elementi importanti per il mister, scelte che toccano anche a Breda, allenatore dell’Entella. Nell’elenco dei convocati non figura Masucci, uno degli attaccanti più pericolosi non solo della sua squadra ma dell’intera Serie B. Il problema all’anca non è stato superato ed è stato chiamato Puntoriere. Non ci saranno nemmeno Palermo e Diaw, disponibili la prossima settimana per i vari acciacchi, recupera Moscati inserito in lista. Il tempo in Liguria è davvero tempestoso e si spera sia clemente nella giornata di domani, a partire dalle 15. Breda non si nasconde e sa che le condizioni meteorologiche possono influire sull’andamento del match, ma carica i suoi, come confermato in conferenza: “Sappiamo che in casa abbiamo un buon rendimento ma contro il Benevento dovremmo fare di più”. Non si sbottona sulla formazione ma le scelte restano pressoché scontate, contando i rientri da poco di Moscati e Ammari (il gioiellino ex Latina ha giocato nel finale a Bari): solito 4-3-1-2 (che potrebbe cambiare in uno speculare 4-4-2) con Iacobucci tra i pali, vero salvatore in quel di Bari. In difesa Iacoboni, Ceccarelli, Pellizzer e il gioiellino Keita. A centrocampo il trio Troiano, Sini e Belli con Moscati possibile variante, occhio al bravissimo Tremolada trequartista a ridosso di Cutolo (in veste di punta causa l’assenza di Masucci) e il pericolosissimo Caputo, il bomber dell’Entella con all’attivo ben cinque reti. In panchina un altro bel giovane, Beretta, scuola Milan ed ex Ascoli, da tenere d’occhio insieme a Tremolada. Partita dalle forti emozioni per Cutolo, lanciato dalla Primavera del Benevento, quando ancora aveva la denominazione di Sporting, e che in un’intervista ha dichiarato di considerare Benevento come una seconda casa. Si prevede una giornata difficile dal punto di vista climatico, una giornata difficile non solo sul terreno di gioco, vero e proprio tranello per tutti gli avversari. Una sfida ad alta quota tra due delle sorprese di quest’inizio stagione. In palio tre punti davvero preziosi per entrambe le compagini.
Le probabili formazioni:

VIRTUS ENTELLA (4-3-1-2): Iacobucci; Iacoponi, Ceccarelli, Pellizzer, Keita; Troiano, Sini, Belli; Tremolada; Cutolo, Caputo.
A disposizione: Paroni, Benedetti, Baraye, Gerli, Di Paola, Moscati, Ammari, Beretta, Puntoriere. All.: Breda

BENEVENTO (4-4-2): Cragno; Venuti, Padella, Lucioni, Pezzi; Ciciretti, De Falco, Chibsah, Melara; Ceravolo, Cissé.
A disposizione: Gori, Perucchini, Bagadur, Camporese, Gyamfi, Lopez, Buzzegoli, Del Pinto, Jakimovski, Pajac, Falco. All.: Baroni

Lascia una risposta