“Un master di II livello e originale” afferma il rettore dell’Unisannio, Gerardo Canfora, in apertura di presentazione del Master “CeVVIT”( Comunicazione e valorizzazione del vino e del terroir) ” E’ un master che guarda al vino a 360 gradi- spiega- I dati ci dicono che avere un buon prodotto non basta per avere successo. Costruire un racconto attorno al vino”. Lo stesso rettore dirà ancora: “Quando si vende una bottiglia di vino non si vende solamente il prodotto di un processo industriale, ma si vende una tradizione, un territorio, una sensibilità, bellezza ed emozione. Tutto questo richiede delle figure manageriali ben specializzate”. Questi, dunque, tra gli obiettivi del master presentato presso la sede universitaria di piazza Guerrazzi. Ad esporre l’importanza della comunicazione intorno al vino, l’enologo Riccardo Cotarella, ormai sannita d’adozione: “Parliamo di comunicazione e marketing, settore nevralgico del vino- commenta- Fatto qui a Benevento è ancora più significativo, una zona che non ha mai fatto comunicazione e che necessita di questa” Cotarella successivamente, in merito al titolo “Città del vino” dirà: “E’ stata un’occasione più unica che rara. Il mondo e l’Europa hanno riconosciuto a questo territorio, il primato di Città del vino europea. Ha avuto un risalto notevole, più fuori che all’interno del territorio stesso” prosegue “Un segnale propedeudico allo sviluppo di questo territorio”.

“Formeremo manager della comunicazione” afferma anche Giuseppe Marotta, coordinatore del master. “Comunicazione e valorizzazione del vino e del terroir” si porrà, quindi, come obiettivi le competenze manageriali per la definizione di strategie comunicative dei prodotti enologici, nonché gli strumenti per pianificare strategie di storytelling che consentono di diffondere il valore identitario e culturale del vino e del suo terroir. La mission è quella di offrire una formazione manageriale per preparare figure professionali che sappiano gestire in modo integratola comunicazione e la commercializzazione del vino e del terroir di riferimento, puntando alla creazione di valore globale. Il master si rivolge a tutti i laurearti e le laureate che sono interessati a sviluppare competenze professionali utili per progettare e governare strategie di comunicazione e valorizzazione de vino e del terroir. I profili formativi offerti sono: manager of wine communication; wine manager in hotels chains; wine export manager; social media manager e wine storytelling.

Un percorso formativo, quello offerto, che vede lezioni frontali affiancate da analisi e discussioni di casi di studio, testimonianze di professionisti ed expertise del settore, laboratori e stage, in un’ottica fortemente integrata con il mondo del lavoro. In tale prospettiva è organizzato il “laboratorio di contaminazione e creatività”, che vuole favorire lo sviluppo di abilità trasversali e soft skill, attraverso la costituzione di team project per la realizzazione di un project work di tipo pratico. I “laboratori sensoriali”, invece, consentiranno di individuare specifici attributi del vino e il loro legame con le caratteristiche del territorio di produzione. Infine lo stage concluderà il percorso formativo e consentirà di mettere in pratica le conoscenze e competenze acquisite.

Le iscrizioni partiranno a settembre ed il master durerà 12 mesi, con una tesi finale nel mese di dicembre 2021. Il master ha ricevuto il contributo finanziario della Regione Campania e della CCIAA di Benevento. Tra i soggetti che hanno concesso il loro patrocinio ci sono Assoenologi, Associazione Sannio Città del Vino, Sannio DOP Consorzio Tutela Vini, Confindustria, Copagri, Sloe Food Campania.