Accademia di Santa Sofia, le note Bach e Mendelssohn nella basilica di...

Accademia di Santa Sofia, le note Bach e Mendelssohn nella basilica di San Bartolomeo Apostolo

Prima di ascoltare le note composizioni, il direttore artistico Filippo Zigante ha contestualizzato il periodo storico della vita dei due grandi compositori, con un po’ di cenni biografici.

SHARE

Il fascino di Bach e Mendelssohn con “Concerti brandeburghesi e le sinfonie giovanili di Mendelssohn”, nella basilica di San Bartolomeo Apostolo di Benevento, ha conquistato il pubblico presente per il secondo appuntamento della “Stagione Concertistica 2019-2021”, diretta dal maestro Filippo Zigante e promossa dall’Orchestra da Camera Stabile dell’Accademia di Santa Sofia di Benevento.

Tutti i componenti dell’Orchestra da Camera Stabile dell’Accademia di Santa Sofia ed i solisti Marco Serino(violino), Claudio Rufa (traversiere), Deborah Capitanio (clavicembalo) sono stati i protagonisti della serata.

Marcella Parziale, consulente artistico della rassegna, ha introdotto l’appuntamento dando poi la parola ad Elide Apice, vice presidente dell’associazione “Culture e Letture”, sodalizio che ha presentato l’evento.

Prima di ascoltare le note composizioni, il direttore artistico Filippo Zigante ha contestualizzato il periodo storico della vita dei due grandi compositori, con un po’ di cenni biografici.

“Un ciclo dedicato a questi due musicisti tedeschi, con attenzione rivolta ai concerti brandeburghesi. Nel dettaglio, il concerto n.5, per questo terzo anno del ciclo. Un concerto importante perché, per la prima volta, si propone una cadenza strumentale”, ha aggiunto il maestro Zigante.

Comunicato Stampa