Acqua, l’opposizione: “Analisi Arpac corrette? Senza risposte andiamo in Procura”

L’opposizione torna sulla questione tetracloroetilene incalzando sindaco e amministrazione: questa la nota dei consiglieri comunali Raffaele De Longis, Giovanni De Lorenzo, Rosetta De Stasio, Floriana Fioretti, Giovanna Megna, Angelo Miceli, Angelo Moretti, Luigi Diego Perifano, Luigia Piccaluga, Vincenzo Sguera e Marialetizia Varricchio. “La gestione della emergenza acqua potabile è stata caotica, inefficiente e soprattutto poco trasparente. Tra improvvise chiusure e repentine riaperture delle condotte, analisi di laboratorio diffuse e poi contraddette, comunicazioni istituzionali non prive di momenti di comicità, la cittadinanza ne sa meno di prima. Vi è un clima di incertezza e sfiducia che può essere superato solo facendo piena luce su quanto accaduto. Urge chiarezza per accertare eventuali responsabilità. Vogliamo sapere se le analisi di laboratorio dell’Arpac, quelle che hanno originato l’ordinanza sindacale del 17 novembre, sono corrette o meno. Chiediamo pubblicamente all’Arpac di dichiarare se quei dati restano validi o erano errati, e in ogni caso di rendere noti i risultati delle analisi degli ultimi dieci giorni. Se non riceveremo risposta, nelle prossime ore presenteremo un esposto alla Procura della Repubblica”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.