Successo tecnico-politico per l’Amministrazione comunale di Airola che ha centrato fondi che consentiranno di procedere all’abbattimento ed alla ricostruzione dell’Istituto scolastico “Vanvitelli”. La Regione Campania, in particolare, ha premiato il progetto presentato da Palazzo Montevergine riconoscendo all’Amministrazione airolana risorse finanziarie per oltre 5,3 milioni di euro. Grande soddisfazione per la squadra di governo cittadino che ha visto il proprio disegno piazzarsi in ventesima posizione, entro la graduatoria campana, tra decine e decine di candidature. 

“Siamo felici di questo traguardo spiega il sindaco Michele Napoletano – si tratta di un intervento che riqualificherà, allo stesso tempo, il patrimonio scolastico e migliorerà decisamente anche l’immagine urbanistica di quello specifico spaccato cittadino. Insistiamo prosegue il Primo Cittadino nella direzione di migliorare la qualità dei servizi dell’Istruzione. Un filone che continua  dopo la generale riqualificazione che ha riguardato la “Padre Pio”. Ringraziamo, come ovvio, la sinergia tecnico-politica che ci ha consentito di cogliere questo traguardo ed il lavoro posto in essere dagli uffici”. 

Il progetto in questione – il Responsabile del procedimento è l’architetto Pasquale Aragosa – prevede, come detto, la demolizione dell’esistente struttura e la realizzazione di una ex novo che, come ovvio, sarà rispondente ai vari requisiti in termini di sismicità, barriere architettoniche ed efficientamento energetico. Nell’area dell’attuale sede, nel dettaglio, si svilupperà un parco delle dimensioni di circa 2.000 metri quadri, aperto al pubblico accesso, mentre l’edificio, che si svilupperà su due livelli, “arretrerà” fino a confinare con la zona del campo sportivo. 

“Grazie alla Regione Campania  ha concluso l’assessore Giulia Abbate – che ha messo a disposizione importanti somme per consentire agli Enti locali la realizzazione di questo genere di interventi. Si conferma da parte dell’Esecutivo De Luca – ha concluso l’esponente airolana – l’attenzione per servizi, quali quelli scolastici, assolutamente prossimi ai nostri giovani”.

Comunicato stampa