Airola, valori PM10 sforati a Capodanno: scatta ordinanza di contenimento inquinanti

Il Comune di Airola tramite ordinanza del sindaco Vincenzo Falzarano ha adottato misure di contenimento a tutela dell’ambiente e della salute pubblica in seguito alla comunicazione da parte dell’Arpac dello sforamento dei valori di PM10 nell’aria registrati il 1° gennaio 2023. In presenza di condizioni di ristagno degli inquinanti nei tre giorni consecutivi, il primo cittadino ha inteso vietare “qualsiasi tipologia di combustione all’aperto, anche per le deroghe consentite dall’articolo 182, comma 6 bis, del D.Lgs. n. 152 del 03/04/2006”. Disposto inoltre il divieto “di utilizzare generatori con la classe di prestazione emissiva inferiore a 4 stelle e per tutti i veicoli di sostare con il motore acceso”. Potenziati infine i controlli, ad opera della Polizia Municipale, “riguardo il rispetto del divieto di utilizzo degli impianti termici a biomassa legnosa, di combustioni all’aperto e di spandimento dei liquami”. Il dispositivo è valevole dal 4 al 7 gennaio in virtù della nota inviata da Arpac al protocollo generale dell’ente il 3 gennaio, tramite la quale ha comunicato il superamento del limite di PM10 in tutte le stazioni di misura delle polveri sottili per le quali è stato possibile acquisire i dati.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.