Al via il master della Federico II nel castello di Ceppaloni

Il Castello di Ceppaloni è stato protagonista anche nel week end appena trascorso. E’ iniziato il percorso di collaborazione con l’Università Federico II di Napoli che ha realizzato il Master “PRO_INN” in “Progettazione e riqualificazione architettonica, urbana e ambientale con l’utilizzo di tecnologie innovative” denominato “Rigenerare i centri urbani delle aree interne. Il caso studio di Ceppaloni”. 

Quello con Professori e studenti è stato un incontro proficuo durato per ben due giorni. I partecipanti al Master hanno avuto la possibilità di confrontarsi con gli amministratori locali e di visitare tutto il territorio. Hanno toccato con mano le potenzialità di Ceppaloni: dal suggestivo stretto di Barba con la leggenda delle streghe alle altre frazioni del vasto territorio ceppalonese. La prima visita a Ceppaloni è stato solo l’inizio di un percorso che dovrà portare ad una proposta concreta e sostenibile che terrà conto delle esigenze dei cittadini. La visita è servita anche per comprendere quali sono le attività produttive, scoprire l’affascinante mondo legato alla cavatura del Tartufo bianco e le tradizioni ceppalonesi. 

Entusiasta il primo cittadino, il Dottore Ettore De Blasio che ha preso parte ai vari incontri con Professori e studenti. “Si tratta di uno studio importante che aiuterà lo sviluppo del nostro territorio: dal centro storico alle frazioni, tenendo conto dell’esigenza di inclusione sociale dei soggetti più deboli”. Sindaco e amministratori hanno scoperto quali saranno le tappe del Master universitario. “Resteremo in costante contatto con gli interessati per trarre il massimo da questa opportunità -sottolinea-. In primavera ci saranno altri incontri a Ceppaloni e in estate lo studio e le sue proposte dovrebbero essere completate. Dopo il primo incontro possiamo dire che è stata una splendida esperienza”. 

Il Castello, che il 17 e 18 settembre ha rappresentato la Campania nella giornata Nazionale, nei prossimi anni dovrà diventare sempre di più punto di riferimento. La vetrina regalata dall’Associazione Italiana dei Castelli e dal convegno organizzato, ha permesso a Ceppaloni di ospitare, nella giornata di domenica, anche la visita di un’associazione irpina che ha organizzato un pranzo per i propri soci. Un primo segnale di risveglio dopo la pandemia che aveva bloccato le manifestazioni nell’antico Maniero. Nei prossimi mesi ci saranno anche altri appuntamenti, uno su tutti è in programma il 26 e 27 novembre quando andrà in scena Tartufo al Borgo. 

Comunicato stampa

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.