Alloggi Capodimonte, finalmente la consegna delle chiavi a 32 famiglie

Una giornata storica per la città di Benevento e soprattutto per 32 famiglie che da oggi hanno finalmente una casa. Questa mattina, infatti, c’è stata la consegna delle chiavi ai legittimi assegnatari che attendevano da tempo di poter entrare negli appartamenti di nuova costruzione di via Liborio Pizzella al quartiere Capodimonte.

Alla cerimonia presenti anche diversi componenti dell’amministrazione comunale, con il sindaco Clemente Mastella visibilmente emozionato così come gli assegnatari e il primo cittadino si augura che nel giro di un mese vengano ultimati i lavori anche per i 20 sottotetto che andranno ad aggiungersi ai 32 appartamenti pronti per essere abitati. “Abbiamo lavorato in sintonia insieme all’Acer per riuscire a consegnare quanto prima questi alloggi alle famiglie. Se non ricordo male era dal 1995 che in questa città non venivano consegnati alloggi popolari alle famiglie e resto dell’idea che in Italia bisogna fare un nuovo grande piano Fanfani che consenta a tantissime famiglie di ottenere nuove case. Lo Stato, quindi, deve venire incontro a quei cittadini che reclamano un proprio diritto e come amministrazione speriamo di consegnare, nel giro di un mese e mezzo, i 20 sottotetti che restano da completare. Poi proveremo a recuperare qualche altra cosa con il Pnrr e ai tanti bambini qui presenti che da oggi hanno finalmente la loro casa dico di godervela appieno, così come vi dico di godervi la vita e di studiare per portare avanti il vostro talento. Anch’io, come voi e come i vostri genitori, sono molto emozionato e grazie a tutti per questa bella giornata”.

Soddisfatta per questo importante passo anche l’assessora Molly Chiusolo. con la delegata alle Politiche Abitative di Palazzo Mosti che in questi anni ha seguito passo passo tutti gli sviluppi accanto alle famiglie. “Oggi scriviamo una pagina importante della storia beneventana, con 32 famiglie che vedono riconoscersi un diritto insindacabile. È stato un lavoro molto complesso, abbiamo lavorato gomito a gomito con l’Acer riuscendo a superare mille ostacoli e oggi siamo riusciti a raggiungere questo traguardo importantissimo. Come amministrazione siamo molto felici per loro e ringrazio tutte le istituzioni che hanno collaborato con noi e quindi tutta la struttura dell’Acer e tutte le altre istituzioni che hanno dato un contributo fattivo per riuscire a centrare questo obiettivo. Esso sarà completato del tutto con la consegna dei venti sottotetti ad altrettante famiglie e continueremo a lavorare intensamente affinché ciò accada a stretto giro di posta”.

Tra gli assegnati la prima a ricevere le chiavi del suo appartamento è stata Maria Grazia Silvino e a seguire un’emozionatissima Anna Rita Improta che in questo giorno di festa per lei e la sua famiglia ha ricordato i tanti momenti tristi vissuti in dieci anni di battaglie. ““Sono felicissima e dopo dieci anni davvero molto difficili abbiamo raggiunto questo traguardo. Oggi il mio pensiero va a mio zio che purtroppo non c’è più e ai miei figli Kevin e Cristina che dopo aver sofferto tantissimo hanno finalmente una casa dove vivere. L’emozione è davvero tanto e ringrazio il Movimento di Lotta per la Casa con il quale anni fa iniziammo questa battaglia”.

Emozionato per questo giorno di festa per lui e la sua famiglia anche Vincenzo De Lorenzo: “Dopo tante battaglie oggi finalmente abbiamo la casa desiderata da anni. Vivere in una scuola non è poi così bello e sapere che i miei figli da oggi in poi hanno una casa dove poter vivere è una grande soddisfazione”.

Presente alla cerimonia di stamattina anche il Sunia, da sempre accanto alle famiglie e Paolo Iorio si è augurato che ben presto ci possa essere la consegna delle chiavi anche per i 20 sottotetti. “Siamo molto contenti per le famiglie che da oggi, dopo tante peripezie, hanno finalmente una casa. L’Acer però ora non deve dimenticarsi delle altre 20 famiglie che attendono anche loro la casa e ci auguriamo che il tutto venga completato in tempi rapidi”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.