Alloggi Capodimonte, consegnati anche i 20 sottotetti

Termina con un lieto fine speciale anche l’odissea vissuta dalle famiglie assegnatarie dei 20 sottotetti di via Carlo Labruzzi e infatti, questa mattina, dopo la consegna dei 32 alloggi via Liborio Pizzella dello scorso 4 agosto, si è proceduto a una nuova distribuzione delle chiavi ai legittimi beneficiari. Presenti al quartiere Capodimonte diversi esponenti dell’amministrazione comunale, a partire dall’assessore Molly Chiusolo e dal sindaco Clemente Mastella, con il primo cittadino soddisfatto per il risultato conseguito. “Da tantissimi anni a Benevento non si consegnavano case popolari e con queste che consegniamo oggi arriviamo a ben 52. Un risultato ritengo storico per la città e credo che abbiamo regalato finalmente un sorriso a famiglie che vivevano in condizioni disagiate vivendo nelle scuole. Nei giorni scorsi, inoltre, abbiamo annunciato il finanziamento per la realizzazione di nuovi alloggi nell’ex scuola San Modesto e mi auguro di consegnare queste altre nuove case che faremo nel giro di un paio d’anni. Poi una ristrutturazione molto importante per quanto concerne l’edilizia popolare verrà fatta anche al rione Ferrovia, dove saranno investiti ben 10 milioni di euro”.

Una giornata importante anche per i vertici dell’Acer Campania, come sottolineato da presidente David Lebro: “Dopo la prima consegna di agosto, oggi consegniamo altri appartamenti e coroniamo il sogno di queste famiglie che attendevano da tempo una casa. Stiamo provando a invertire una rotta e negli ultimi tempi stiamo consegnando nuovi alloggi in tutte le province della Campania. Il primo aspetto di queste nuove case, inoltre, è quello che non seguono i canoni standard dell’edilizia popolare, ma sono alloggi rifiniti nei minimi particolari che si avvicinano maggiormente all’edilizia residenziale che a quella popolare e ritengo che esso sia un dettaglio davvero molto positivo”.

A benedire i nuovi appartamenti il parroco della vicina chiesa di San Giuseppe Moscati, don Lupo Palladino e dopo tale rito si è proceduto a tutti gli effetti alla consegna delle chiavi e la prima a entrare nella sua casa è stata un’emozionatissima Jerika De Luca: “In questi anni sono stata sempre fiduciosa che sarebbe arrivato questo giorno e oggi sono davvero molto felice. Da parte dell’amministrazione ho riscontrato una totale vicinanza e un grazie particolare lo rivolgo all’assessora Molly Chiusolo. Da oggi questa è la mia casa e cercherò di godermela al massimo”.

Pronto a stabilirsi nella sua nuova casa, dopo anni caratterizzati da numerose problematiche che hanno causato ripetuti ritardi nella consegna degli alloggi, anche Amedeo Rillo: “Oggi, pensando a quelle persone che avrebbero voluto esserci ma che non ci sono, l’emozione è tanta e dopo dieci si conclude nel migliore dei modi una battaglia. Un passo avanti e mi auguro che nei prossimi anni altre case vengano consegnate a chi ne avrà realmente bisogno”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.