Circa 600 abitanti e 13 km ² di superficie e “titolo” provinciale “uno dei paesi più piccoli del Sannio. Non è grande la star dell’estate sannita, ma fa tendenza.

Stiamo parlando della spiaggetta naturale del fiume Tammaro che attraversa la zona bassa di Sassinoro, l’ultimo comune sannita ai confini col Molise e a pochi metri dalle sorgenti di Sepino. Situata a circa 400 metri sul livello del mare, la spiaggetta è diventata una delle mete più gettonate dai sanniti, sopratutto dai provenienti dal capoluogo. Dall’inizio della bella stagione ad oggi, nel giro di qualche mese, Sassinoro è diventato il paese celebrità sui social. Attualmente conta su Instagram circa duemila menzioni con l’hashtag #Sassinoro e Facebook è bello denso di scatti dalle limpide acque del Tammaro. Inoltre, gli stessi sassinoresi quasi increduli affermano: “viene così tanta gente che abbiamo dovuto improvvisare una zona parcheggio”.

Un successo quello del piccolo paesino sannita che non si può certamente definire inspiegabile. Basta guardare una sola foto delle sue acque e dei suoi panorami per farsi un’idea di cosa stiamo parlando. Fortemente danneggiata dalla recente alluvione del 2015, l’estetica del letto del fiume appare comunque mozzafiato. Il candore dei sassi e la limpidezza dell’acqua restituiscono un paesaggio che pietra dopo pietra si snoda tra il profondamente selvaggio e l’incredibilmente paradisiaco. I tratti a carattere torrentizio rendono il corso del fiume un tesoro per gli amanti di fotografia e il set ideale per i “selfisti”.

In alcuni punti, infatti, il letto del fiume restituisce caratteristiche cascate che finiscono in vere e proprie terme naturali, con tanto di idromassaggio e solarium offerti gratuitamente da madre natura. Tutto quello che serve per una perfetta giornata di relax, a Sassinoro sembra esserci. Percorrendo l’impervio ma suggestivo letto del fiume, oltre la spiaggetta si arriva ad una più ristretta, ma altrettanto bella riva spontanea del fiume, fino a qualche anno fa assolutamente spopolata, a detta dei sassinoresi, ma che ora si popola nei giorni più caldi di appassionati di escursionismo, curiosi e turisti che scelgono la fresca acqua sorgiva per recuperare le forze.

Non è Bali o Mykonos e nemmeno Formentera, ma dista appena 35 km dal capoluogo sannita, è zeppa di gente, offre comunque sensazioni al limite del credibile e “sopratutto è gratis”, ci dicono.

FOTOGALLERY: