Scende in campo Paola Borrelli, la figlia del compianto Sindaco Mario Borrelli, per tutti “Zio Mario”, al fianco del Sindaco uscente Nino Lombardi. Questo è il messaggio che vuole affidare ai suoi concittadini:

“Mi candido con la ferma volontà di porre al sevizio della comunità la mia esperienza e le mie competenze, in particolare nel settore delle opere pubbliche, sia quelle da completare che quelle da programmare, utili allo sviluppo e alla crescita sana e sostenibile di Faicchio, cercando di intercettare tutte le possibili fonti di finanziamento sia regionali, nazionali che europee.
Ovviamente la mia attenzione, non potrà prescindere da uno sguardo attento e consapevole verso lo sviluppo e la promozione del mondo agricolo, anche in sinergia con le associazioni di categoria, con azioni tese ad eliminare le carenze infrastrutturali, ad incentivare progetti di filiera, di commercio a chilometro zero, al fine di garantire ai nostri prodotti, spazi di nicchia all’interno del mercato della globalizzazione, tutelando la qualità, la sicurezza alimentare, la genuinità e la loro tipicità. L’obiettivo è quello di puntare sulle produzioni di eccellenza locali e sul sostegno ai nostri agricoltori.
Ritengo fondamentale la cura del territorio urbano e rurale (del centro e delle frazioni) con l’impegno, imprescindibile, alla manutenzione, al decoro e alla pulizia dello stesso in ogni sua parte, proponendo azioni specifiche e mirate in tal senso.

“Mi candido per una Faicchio che renda la vita delle persone che ci vivono migliore, per una comunità che difenda e valorizzi le donne, che cresca in modo etico, intelligente ed ecologico, che sa dare valore al dinamismo culturale.
Una Faicchio accogliente, disponibile a rilanciare la solidarietà, che aiuta chi è più vulnerabile, che sa essere a misura di bambino, di giovane, delle famiglie e degli anziani.
Mi candido perché è il momento di impegnarmi con coraggio, passione e tenacia, per condividere e proporre idee utili alla crescita per tutta la nostra meravigliosa comunità. Il nostro è un paese orgoglioso delle sue radici ma anche in grado di cogliere la spinta propulsiva del nuovo che significa cambiamento, progresso, evoluzione.
Affermava Zio Mario: “Il segreto per amministrare bene un Paese è Amarlo ed esserne Innamorati e lanciava un monito ai giovani amministratori: Amate Faicchio e amministratelo con dedizione ed amore e pur nella diversità di opinioni sappiate coniugare il bene comune”.
Questa sarà la mia stella polare.
Alla mia comunità, con la schiettezza che mi caratterizza, dico: probabilmente non avrò lo stesso carisma di Zio Mario, ma vorrò essere, giorno dopo giorno, al servizio di ciascuno di voi”.

Comunicato stampa