Foto Facebook Raffaele Del Vecchio

Nuova giornata d’incendi nel Sannio, il terzo che interessa la vegetazione: a bruciare, e non è la prima volta, è il Monte Cigno, promontorio nel territorio di Cerreto Sannita, lungo la strada provinciale che collega il Comune a Cusano Mutri.

Le cause del rogo sono ancora tutte da accertare ma la vasta e densa nuvola di fumo ha attirato l’attenzione di residenti e passanti, propagandosi a vista d’occhio. “Da Cerreto Sannita arrivano immagini che fanno male. E che segnalano, nuovamente, un’emergenza. È il terzo incendio, infatti, che si verifica nel Sannio in pochi giorni” ha affermato commentando l’accaduto il consigliere Raffaele Del Vecchio. “Quando si parla di ambiente, spesso la discussione diventa fumosa e sovente si ipotizzano progetti affascinanti ma che forse mai vedranno la luce. E se ci concentrassimo, intanto, sulla difesa del nostro territorio?”.

Vigili del fuoco duramente al lavoro per domare le fiamme, questi ultimi qualche ora prima impegnati nel Fortore: il distaccamento di San Marco dei Cavoti è intervenuto in un’azienda agricola tra Castelfranco in Miscano e Ginestra degli Schiavoni. Ad andare a fuoco un capannone che conteneva rotoloni di paglia e fieno.