Antonio stroncato da un malore a 15 anni: Valle Caudina sotto choc

Montesarchio afflitta dal dolore per la prematura scomparsa di un quindicenne a causa di un malore. Circostanze tragiche e inspiegabili che hanno gettato nello sconforto la famiglia e un’intera comunità. Antonio, questo il suo nome, si era recato ieri in ospedale per dei dolori accusati in giornata. I sanitari del San Pio gli avevano praticato le prime cure che pur avevano sortito degli effetti, tanto da indurlo ottimisticamente a tornare a casa. Questa mattina la tragedia: il ragazzo, nonostante i numerosi tentativi del 118, non ce l’ha fatta dopo aver accusato un nuovo malore.

L’intera comunità della Valle Caudina è sotto choc: il sindaco di Montesarchio Franco Damiano ha diffuso un messaggio di cordoglio sui canali dell’ente annunciando la sospensione dei programmati eventi natalizi e lo spegnimento delle luci installate per le imminenti festività. “Una tragedia purtroppo questa mattina ha sconvolto la nostra comunità. Montesarchio oggi piange Antonio, scomparso a soli 15 anni. Un destino atroce ci priva di un ragazzo nel fiore degli anni: il mio abbraccio, in rappresentanza di tutta la comunità montesarchiese, va alla famiglia, invitando tutti a starle vicino. In segno di rispetto, inoltre, saranno interrotte tutte le manifestazioni natalizie e saranno spente le luminarie”.

In lutto anche l’istituto Lombardi di Airola, dove Antonio frequentava il terzo anno del liceo musicale: “La Comunità scolastica dell’istituto Lombardi, attonita e affranta, si stringe con un addolorato abbraccio alla famiglia di Antonio, alunno della Terza Liceo Musicale, che improvvisamente e inaspettatamente torna alla dimora Eterna e prega il Padre Celeste perché doni, a chi rimane nel dolore, speranza e conforto”.

Don Liberato Maglione, parroco della chiesa dell’Annunziata, ha inviato un messaggio: “Cari genitori, cari fratelli e sorelle, carissimi amici di banco, scuola, vita di Antonio, con voi piango, con voi mi pongo tante domande. Questa morte è disumana, ma insieme possiamo solo che il dolore ci renda migliori. Un giorno avremo la risposta esatta… ma ora ringraziamo Dio per il dono di Antonio. Sia lui da oggi l’angelo custode della vostra vita e soprattutto sia la forza per i genitori”. I funerali si svolgeranno domani, alle 10.30, nella chiesa di Maria Santissima Assunta in Cielo.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.