“Sembra alquanto strambo che, mentre si parla della istituzione delle Zone economiche speciali, si assista a rincari nei costi idrici, comminati dall’Ente idrico campano, in capo alle aziende che operano nell’area industriale Asi di Ponte Valentino. Alla faccia delle agevolazioni per le imprese”

Ad intervenire è Giovanni Carpinone, Responsabile del Dipartimento “Industria ed Artigianato” in seno al Coordinamento provinciale di Forza Italia Benevento. 

“Come noto, tali aumenti – prosegue il dirigente forzista – hanno origine nelle modifiche connesse al Testo integrato dei corrispettivi idrici come da nuova disciplina Arera – Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente. Nelle vesti di Forza Italia, Coordinamento provinciale di Benevento, ci preoccuperemo di richiedere all’Autorità in questione se il nostro gestore ne ha bene interpretato le indicazioni. Speriamo – ancora Carpinone – che Arera dia prova di una migliore dialettica con le Comunità. Ricordando come siano restate ad oggi senza risposta tutte le richieste che, come consigliere comunale di Pago Veiano, ebbi a sottoporre ad essa rispetto alle criticità nella fornitura idrica in essere nel nostro territorio comunale. Speriamo che l’Autorità possa fornire dovuta chiarezza rispetto alla legittimità o meno di aumenti che non sono certo un incentivo a possibili investimenti”.

Comunicato stampa