Bando mensa, Campo Progressista: "Ci aspettavamo un approccio diverso dalla Del Prete"

campo progressista

Dichiarazioni rilasciate da Campo Progressista Sannio in merito al bando per la mensa scolastica lanciato dal neo-assessore Del Prete.

“La vicenda legata al tema della mensa scolastica, a differenza del resto delle attività istituzionali del comune di Benevento, non va in vacanza. Anzi, rilancia. Ma in peggio.

La notizia, diffusa dall’assessore Del Prete, della pubblicazione del bando di gara del servizio di refezione scolastica, infatti, non solo chiude, in maniera definitiva, ogni possibilità di un confronto serio sul tema, ma, anzi, apre scenari di dubbia legittimità rispetto all’atto varato dall’Amministrazione Comunale.
Inoltre, la modifica dell’articolo 30 del capitolato d’appalto consentirà di ridefinire i livelli occupazionali del personale coinvolto a vario titolo nell’attività di refezione scolastica, producendo, di fatto, esuberi di personale.

Ci saremmo aspettati dall’assessore Del Prete un diverso approccio al tema della mensa scolastica, sebbene le sue prime dichiarazioni erano state chiaramente ispirate alla volontà di non disturbare il manovratore.

Viene così confermato il livello di approssimazione e di indifferenza mostrato da questa Giunta in una materia tanto delicata, quanto “calda”. Approssimazione che farà pagare, ancora una volta, un prezzo altissimo agli studenti ed alle loro famiglie.
Per evitare tutto ciò chiediamo la revoca immediata di ogni atto prodotto in materia e l’attivazione di una commissione mensa che possa riscrivere e correggere quanto di sbagliato è stato prodotto fino ad ora. La mensa, e la tutela della salute dei nostri ragazzi, sarà oggetto di monitoraggio costante da parte nostra.

Esprimiamo, infine, la nostra solidarietà ai lavoratori e metteremo in campo ogni possibile azione politica volta a tutelare i loro diritti; in questo senso, bene hanno fatto le organizzazioni sindacali a esprimersi in difformità dal bando di gara appena pubblicato, bene faranno a tutelare i livelli occupazionali in tutte le sede competenti”.

Lascia una risposta