1

Baselice, l’opposizione chiede pulizia tombini e caditoie in vista dell’autunno

Una richiesta urgente di “pulizia di tombini, caditoie, griglie e bocchettoni di scarico e verifica delle situazioni di pericolo delle situazioni stradali in previsione della stagione autunnale e delle imminenti piogge”: è ciò che chiede l’opposizione di Baselice attraverso il documento firmato dal consigliere Andrea Cormano al sindaco e al responsabile dell’ufficio tecnico comunale.

Cormano invita infatti “a predisporre un intervento di pulizia urgente di tombini, griglie, bocchettoni di scarico, caditoie; a programmare annualmente lavori di pulizia ordinaria e straordinaria; ad una analisi attenta e costante delle criticità evidenziate in relazione gli aventi meteorologici; a comunicare mediante pubblicazione sul sito comunale il programma di pulizia con le date, le ore e le modalità di pulizia e manutenzione al fine di favorire agli operatori la pulizia dei tombini, caditoie, griglie e bocchettoni di scarico; a pulire cunette e alberi che ricadono e occupano la careggiata stradale”, considerato che il fenomeno del rischio idrogeologico richiede interventi indifferibili e urgenti con una seria programmazione annuale; lo scrivente a tutela dei cittadini e dei loro beni materiali, vuole porre in essere azioni di prevenzione, previsione e mitigazione del rischio idrogeologico” e vista la necessita di programma annualmente la pulizia ordinaria e straordinaria di tombini, griglie, caditoie, bocchettoni di scarico da detriti, scarti organici, terra, sabbia, pietre e breccia”.

Il consigliere nella sua missiva premette che “il problema degli allagamenti e del rischio idrogeologico con il passare degli anni è una minaccia sempre più concreta e attuale e sta rientrando quasi nella normalità; con le precipitazioni abbondanti sul nostro comune, ogni anno si registrano possibili danni a strade, abitazioni, negozi, attività commerciali con conseguenti danni anche alle strutture e disagi soprattutto sulla viabilità e circolazione degli automezzi; la maggior parte dei tombini, griglie, bocchettoni di scarico da anni sono ostruiti e otturati da detriti, scarti organici, terra, sabbia, pietre a causa della scarsa se non quasi nulla carente pulizia delle strade da parte degli organi preposti; eventi meteo sempre più estremi e pericolosi (bombe d’acqua) rientrano nella normalità, mettendo a disagio e a rischio la viabilità, la circolazione e la sicurezza dei cittadini e dei beni materiali; il caldo estremo e continuo può favorire eventi temporaleschi di notevole intensità a causa dei forti contrasti termici”.