Penultima serata all’insegna del BCT, giunto alla terza edizione. Tra gli ospiti attesi nel centro storico del capoluogo sannita, Claudia Gerini, Frank Matano, Sarah Felberbaum, Franca Leosini e Saverio Costanzo.

Il clou a piazza Roma e Santa Sofia, mentre strega il fascino della Felberbaum, disponibile e gentilissima con tutti. Protagonista nell’Arena Gaveli all’Hortus con i registi Giuseppe Stasi e Giancarlo Fontana, i tre hanno parlato del nuovo film “Bentornato Presidente”, sequel di “Benvenuto Presidente”, in collaborazione con Vision Distribution e Indigo film.

A piazza Roma Monica Vitti rivive tramite l’attrice e ballerina Claudia Gerini. Una piece teatrale sulla sua vita artistica, scritta da Anna Aquilone e diretta da Massimo Cinque, in anteprima al BCT con la collaborazione di Unisannio Cultura e Università degli Studi del Sannio. Grazie all’ausilio dell’orchestra del Conservatorio di Benevento diretta da Luigi Ottaiano, la Gerini alternava il racconto della grande attrice italiana con filmati e clip tratti dai suoi film e partecipazioni in tv e a teatro. “Sono lusingata di essere stata accostata a lei, a volte per i miei cambi di registi, per essere un’attrice che ama molto la commedia e per aver fatto dei ruoli brillanti e anche drammatici. Sono molto onorata dell’invito, molto contenta perché è una delle più amate e più grandi, fonte d’ispirazione e un esempio per la sua carriera” ha dichiarato l’attrice romana.

A piazza Torre unico appuntamento in programma con Saverio Costanzo, figlio di Maurizio Costanzo e Flaminia Morandi, sua seconda moglie. Il regista della serie tv “L’amica geniale” ha dialogato col direttore di Hot Corn, Andrea Morandi ma il tutto esaurito si è registrato a piazza Santa Sofia, prima con la conduttrice di “Storie Maledette” Franca Leosini e poi con l’attore comico Frank Matano, che ha raccontato esordi e successi della “Mente Contorta”.

Un sabato sera tutto da ridere per grandi, giovani e piccini. Frank abbraccia un pubblico vastissimo senza alcuna differenza generazionale, la sua comicità è diretta, naturale, senza filtri. Vive di senso dell’umorismo, di scherzi, di cose banali e quotidiane, che a molti magari nemmeno fanno ridere. Inizia come tanti oggi, attraverso un canale YouTube, ma lui ha una marcia in più, una qualità che lo contraddistingue dagli altri: fare scherzi e riuscirci. I suoi video fanno il botto e viene chiamato da Le Iene, programma che espande il suo successo fino a farlo approdare in tv e al cinema. Senza dimenticare i social: dall’epoca dei Vines, piattaforma molto in voga circa cinque anni fa che consentiva di postare video esilaranti di qualche secondo, al successo su Instagram con i suoi vari tormentoni che l’hanno portato, recentemente, anche nel campo del marketing con la sua marca di magliette “Bestemming”. Frank conquista tutti, saluta tutti e si sente a suo agio nonostante quel velo di timidezza che viene abbattuto tramite la forza della parola e della simpatia, di pari passo con un umorismo dilagante, demenziale, che ricorda il più grande Jim Carrey dei tempi migliori. Ricordate “The Mask”? Lui, di origini americane, sulla scena italiana ha portato quelle smorfie, espressioni e movenze. Capace nelle imitazioni e genio degli scherzi, tutti amano la “Mente Contorta”, persona comune come tanti, cresciuta in un bar di un paesino non tanto distante da Benevento.