Dall’amore all’integrazione fino alle sue canzoni, show di Zalone al Bct

L’ultimo atto della settima edizione del Bct ha visto come unico e grande protagonista Chezzo Zalone. Il comico, musicista e regista pugliese ha deliziato il numeroso pubblico dell’Arena Musa con la sua inconfondibile ironia nel trattare le varie tematiche d’attualità e chiamandosi il suo spettacolo ‘Amore + Iva’ ha subito punzecchiato le tante categorie di professionisti che a suo avviso non la pagano. Riguardo all’amore, invece, ha così commentato: “Esso funziona come l’iva e va contro ogni pregiudizio”.

Con la sua tipica leggerezza ha poi affrontato il tema delle famiglie arcobaleno, per poi passare all’amore ai tempi dei social e all’integrazione, con il brano ‘Immigrato’ e colonna sonora del suo film ‘Tolo Tolo’ ad avvalorare il concetto. Il comico, nel corso dello spettacolo, ha spesso rivolto l’attenzione verso il sindaco Mastella e al primo cittadino, nella circostanza della prima interlocuzione, si è così rivolto: “Mastè, ma dove cazzo sta??? Ah eccolo, se si alza in piede parte l’applauso e sarà rieletto un’altra volta”. Riguardo alla città ha poi aggiunto: “So che la Benevento bene è la Milano così così”.

L’amore per la patria è da sempre un altro cavallo di battaglia per Zalone che a riguardo l’ha così sintetizzato: “Ho capito quanto è importante il nostro Paese lo scorso inverno, quando abbiamo girato degli spettacoli in Francia e rientrati in Italia alla prima casa mi sono fermato e ho voluto ammirare il bidet. Esso è uno strumento di sicurezza nazionale e inviamoli in Russia”.

Nella parte conclusiva dello spettacolo si è potuto ammirare, invece, il Checco Zalone cantante, con l’artista che insieme al pubblico ha cantato le colonne sonore del film ‘Cado dalle Nubi’ I uomini sessuali’ e ‘Angela’ e salutando la platea ha così affermato: “Viva la Pace, viva l’Italia, viva la Puglia, viva la Campania, viva Benevento e grazie per questa splendida serata”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.