Benevento, al “Liberati” per proseguire la scalata

Con la vittoria di sabato scorso sul Pordenone è iniziata a tutti gli effetti l’operazione rimonta del Benevento e per riuscire nell’intento di continuare a scalare la classifica la Strega non dovrà commettere un nuovo passo falso nell’ostica gara di venerdì sera contro la Ternana. Dal “Liberati”, considerando i due nuovi scontri diretti tra le prime otto della classifica (Pisa – Lecce e Monza – Frosinone) e il buon momento di forma delle fere, in serie positiva da cinque turni, fondamentale è non tornare a mani vuote. Un pareggio, infatti, permetterebbe comunque di mettere un ulteriore mattoncino al nuovo percorso avviato dalla partita contro la Reggina e l’equilibrio dell’attuale campionato di B è talmente così marcato che quando non si riesce a vincere fondamentale è non perdere. Contro i rossoverdi di Cristiano Lucarelli mancherà anche lo squalificato Tello, con il colombiano che domani alla partenza in pullman della comitiva giallorossa resterà nel Sannio unitamente agli infortunati Foulon e Letizia.

Le tre assenze spingono Fabio Caserta a più riflessioni e il tecnico giallorosso, come è solito affermare nelle conferenze stampa pre-gara, scioglierà i dubbi di formazione soltanto nella mattinata della partita. Il principale dilemma è quello su chi schierare nel ruolo di terzino sinistro, con Masciangelo desideroso di avere una nuova chance dal primo minuto e l’ex Pescara appare in vantaggio su Barba, con annesso inserimento di Glik accanto a Vogliacco. Nessun dubbio, invece e mancando anche numericamente l’alternativa naturale a Letizia, sulla destra, con Elia che per la quinta partita consecutiva agirà da terzino.

A centrocampo è lecito aspettarsi una nuova conferma del trio IonitaVivianiAcampora e l’assenza di Tello priverà Caserta di un elemento quasi sempre utilizzato in corso d’opera dal tecnico calabrese che per l’occasione potrebbe optare per Vokic. Lo sloveno, infatti, nelle gerarchie è dietro al colombiano e non viene gettato nella mischia dalla trasferta di Crotone dello scorso 28 ottobre. Pochi dubbi anche in attacco e accanto a Lapadula, otto gol e quattro assist in quattordici partite giocate, appaiono favoriti Insigne e Improta.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.