Con la settimana che ha avuto inizio oggi le venti squadre di serie B si sono fiondate sul secondo mini ciclo della stagione, con cinque gare nel giro di venti giorni e per quanto concerne il Benevento gli stregoni daranno il via a questo tour de force con il big match di sabato pomeriggio contro il Perugia. Un successo sui grifoni consentirebbe alla truppa di Inzaghi di continuare a guardare tutte le altre dall’alto verso il basso e soprattutto permetterebbe di iniziare a incrementare il vantaggio proprio sui biancorossi, distaccati attualmente di una sola lunghezza.

Oltre al Perugia in questo secondo mini ciclo di cinque gare che terminerà il 9 novembre con il derby del “Menti” contro la Juve Stabia, gli stregoni affronteranno anche la Cremonese e l’Empoli ed entrambe le gare saranno giocate in rapida successione al “Vigorito”. Appartiene a questo secondo tour de force di inizio stagione anche la trasferta di Pescara e il match dell’Adriatico – Cornacchia è in programma, come ben noto, per sabato 14 ottobre. Un secondo mini ciclo di cinque gare che presenta un tasso di difficoltà superiore a quello da poco archiviato e con la Strega capace di conquistare undici sui quindici punti a disposizione.

In questo secondo blocco bisognerà confermare quanto di buono fatto finora o addirittura fare ancora meglio se si vuole pensare concretamente alla serie A e per farlo mister Inzaghi potrà contare anche sui rientri di Schiattarella e Sau. Entrambi dovrebbero essere a disposizione per sabato, ma il loro rientro sarà graduale. Lo stesso discorso non può essere fatto anche per Volta, con il centrale difensivo che non ha ancora del tutto smaltito l’infortunio al tendine d’Achille rimediato durante la sfida contro il Cosenza. Se non dovesse farcela per sabato e con Maggio squalificato, qualora Inzaghi dovesse preferire Tuia a Gyamfi nel ruolo di terzino destro, si correrebbe poi il rischio di non avere centrali in panchina, ma di tempo per pensare all’undici da mandare in campo SuperPippo ne ha ancora a disposizione.