Benevento, in attesa del tecnico si delineano le prime scelte di mercato

Benevento, in attesa del tecnico si delineano le prime scelte di mercato

Resta da sciogliere il nodo allenatore, con Pippo Inzaghi in vantaggio su Italiano e Dionisi. Insigne e Montipò verso la conferma

SHARE

 

La panchina del Benevento per la stagione 2019/2020 non ha ancora un padrone, ma dopo la cena di lunedì sera nel ristorante Rosiello a Posillipo tra il presidente Oreste Vigorito, il diesse Pasquale Foggia e Filippo Inzaghi sono lievitate le possibilità di vedere l’ex centravanti del Milan e della Nazionale nel Sannio. Durante l’incontro si è parlato inevitabilmente anche di mercato e non è un caso che da ieri è iniziata a circolare la voce secondo cui il club di via Santa Colomba avrebbe deciso di riscattare Roberto Insigne dal Napoli a una cifra che si aggira intorno al milione e mezzo di euro. Il club partenopeo, da accordi tra le parti sottoscritti l’estate scorsa, può usufruire del controriscatto e qualora decidesse di riprendersi il suo prodotto verserebbe nelle casse del Benevento 500mila euro. Ad oggi però la dirigenza azzurra non sarebbe particolarmente interessata al fratello del più famoso Lorenzo. L’avallo all’acquisto di Insigne sarà arrivato anche da Inzaghi che prima di firmare con il Benevento dovrà rescindere il contratto in essere con il Bologna e la cui naturale scadenza è prevista per il 30 giugno 2020. Ad oggi è il maggior indiziato ad accomodarsi sulla panchina giallorossa, seguito dagli altri due profili ancora in corsa (Italiano e Dionisi).

Oltre a Insigne, con ogni probabilità, sarà un calciatore giallorosso nella prossima stagione anche Lorenzo Montipò, con il Benevento intenzionato a riscattarlo dal Novara. Lo stesso discorso non sembra poter essere esteso a Cristian Buonaiuto, con il trequartista, esterno e utilizzato anche da mezzala da Bucchi che farà ritorno al Perugia. Con questi due acquisti salirà a circa trenta il numero dei calciatori di proprietà e oltre a Iemmello e Billong, come già analizzato nei giorni scorsi, rientreranno alla base anche Cotticelli, Tazza, Sparandeo, Donnarumma e Filogamo.