Benevento, Andreoletti: “È una sconfitta immeritata”

Al termine del derby perso contro l’Avellino, il tecnico del Benevento, Matteo Andreoletti, ha commentato l’amara sconfitta in sala stampa. Ecco le sue dichiarazioni: “Siamo molto dispiaciuti e credo che l’Avellino, a parte un’ottima fase difensiva, abbia fatto poco per vincere la partita. Nella ripresa ho visto una sola squadra in campo e abbiamo avuto il dominio completo della partita, ma continuiamo a fare fatica a buttarla dentro. Una sconfitta immeritata, ma purtroppo e per fortuna bisogna andare avanti”.

Due punte in campo – “La scelta è dipesa dal fatto che oggi potevamo permettercelo, viste anche le caratteristiche dell’Avellino e poi a gara in corso ho messo Sorrentino perché crediamo in lui. Sono molto soddisfatto però per la prova complessiva di Marotta e Ferrante, ma a parte loro abbiamo soltanto Sorrentino”.

Sentirsi in discussione – “Continuo a vedere una squadra che lotta su ogni pallone in campo, ma questo non basta e probabilmente non siamo molto bravi. In questi mesi il mio staff ha fatto un grande lavoro e sono pronto a dare il massimo qualora la società me lo consentirà”.

Grinta – “Ho visto una squadra che ha lottato con il cuore e non mi sento tradito neanche da coloro che sono entrati in corso d’opera”.

Atteggiamento – “Dobbiamo ripartire dal nostro secondo tempo e continuare a spingere al massimo”.

Classifica – “In questo momento non possiamo buttare tutto a mare e il campionato continuerà a essere aperto. La classifica è molto corta soprattutto in avanti e non dobbiamo mollare. Gli episodi ci penalizzano e dobbiamo essere più forti anche di quelli”.

Difficoltà – “Sapevamo che avremmo incontrato delle difficoltà, ma questa squadra ha dei valori per provare a costruire qualcosa. Abbiamo iniziato a costruire dalle macerie, ma le cose straordinarie nascono da un duro lavoro”.

Fiducia – “Con il direttore parlo quotidianamente e il ragionamento del presidente di lunedì scorso lo condivido. Ci ha spronato, ma purtroppo oggi non è bastato”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.