Benevento-Bari 1-1: Cheddira risponde a Improta, un altro pari per la Strega

Nella dodicesima giornata del campionato di serie B al “Ciro Vigorito” è di scena Benevento-Bari. Le due squadre, un solo punto a testa nelle ultime tre partite, vanno alla ricerca di una vittoria che possa rilanciarle e per la Strega l’appuntamento con i tre punti manca addirittura da sessantatré giorni. Cannavaro, ancora alle prese con l’emergenza, recupera il solo Glik che va in panchina e opta per il 3-5-2 con Forte e La Gumina in attacco. Tra i biancorossi non c’è Ricci e al suo posto nel ruolo di terzino a sinistra spazio a Dorval e il francese è l’unica variazione rispetto all’undici iniziale proposto contro il Palermo. Sulla trequarti, quindi, spazio a Botta, con Cheddira e Scheidler in attacco. Fase di studio prolungata nei primi minuti di gara e al 20′ il primo squillo del match è di marca pugliese con Folorunsho che ci prova dalla distanza e il pallone finisce oltre la traversa. Al 25′ risposta del Benevento, con Letizia che calcia una punizione e il tentativo di testa di Leverbe è bloccato da Caprile. Al 27′ torna a farsi vedere il Bari e lo fa con una verticalizzazione e annessa conclusione finale di Cheddira che finisce fuori. Al 36′ Improta sulla destra evita che il pallone finisca sul fondo e lo serve al centro dove lo raccoglie Forte che conclude fuori. Il gol del Benevento è però nell’aria e un minuto più tardi a far gioire lo stadio è l’ex Riccardo Improta che dal limite beffa Caprile. La reazione dei pugliesi non si fa attendere e al 40′ la conclusione di Botta è respinta da Paleari. Al 45′ punizione a giro di Forte dal limite e pallone di pochissimo fuori. La prima frazione termina con la Strega avanti di un gol e con gli applausi dei tifosi sanniti.

Nella ripresa al 3′ subito un’occasione per il Benevento: punizione dalla sinistra calciata da Masciangelo e colpo di testa di La Gumina smanacciato in angolo da Caprile. All’11’ Mignani tenta la carta del triplo cambio per raddrizzare la partita ed entrano in campo Salcedo, Bellomo e Antenucci. A fargli posto Folorunsho, Botta e Scheidler. Al 18′ primo cambio anche per la Strega, con Koutsoupias che prende il posto di Karic. Al 20′ azione personale di Letizia che avanza palla al piede e conclude sul fondo. Al 23′ conclusione di Salcedo che non crea pericoli alla porta di Paleari. Al 28′ proteste del Bari per un tocco di mano di Letizia, con Camplone che viene richiamato al Var e dopo il consulto al monitor assegna il calcio di rigore ai pugliesi. Dagli undici metri va Cheddira che beffa Paleari e realizza il gol dell’1-1. Davvero un peccato perché Paleari ha anche sfiorato la sfera. La situazione per il Benevento si fa ancora più brutta pochi istanti dopo con Pastina che rifila una gomitata a Cheddira e rimedia il secondo giallo del pomeriggio. Nonostante l’inferiorità numerica la Strega però reagisce e al 39′ va vicino al gol del nuovo vantaggio con un colpo di testa di Leverbe, smanacciato in angolo da Caprile. Nei restanti minuti, compreso un corposo recupero di cinque minuti, il Benevento riesce a strappare almeno il pareggio e con il punto odierno sale a quota undici punti e raggiunge il Cosenza, sconfitto a Pisa 3-1. Il Bari, invece, sale a quota venti e in attesa delle altre gare si piazza al quarto posto.

Tabellino
Benevento (3-5-2)
: Paleari; Leverbe, Capellini, Pastina; Letizia (42′ st Foulon), Improta, Schiattarella, Karic (18′ st Koutsoupias), Masciangelo; Forte, La Gumina (42′ st Farias). A disp.: Manfredini, Lucatelli, Thiam Pape, Glik, Agnello, Basit, Perlingieri, Veltri, Sanogo. All.: Fabio Cannavaro
Bari (4-3-1-2): Caprile; Pucino, Di Cesare, Vicari, Dorval; Maita (42′ st Mallamo), Maiello, Folorunsho (11′ st Salcedo); Botta (11′ st Bellomo); Cheddira, Scheidler (11′ st Antenucci). A disp.: Frattali, D’Errico, Terranova, Zuzek, Mazzotta, Bosisio, Cangiano, Benedetti, Mallamo. All.: Michele Mignani
Arbitro: Giacomo Camplone della sezione di Pescara
Assistenti:
Giuseppe Perrotti della sezione di Campobasso e Marco D’Ascanio della sezione di Ancona
IV ufficiale:  
Leonardo Mastrodomenico della sezione di Matera
Var:
Federico Dionisi della sezione dell’Aquila
Avar:
Francesco Meraviglia della sezione di Pistoia

Marcatori: 37′ pt Improta (Bn), 32′ st rig. Cheddira (Ba)

Note: terreno di gioco in ottime condizioni. Ammoniti: Folorunsho (Ba), Forte (Bn), Pastina (Bn), Maita (Ba), Maiello (Ba), Di Cesare (Ba), Capellini (Bn), Letizia (Bn), Espulsi: 34′ st Pastina per doppia ammonizione. Recupero: 1′ pt, 5′ st. Angoli: 7-3. Spettatori: 9018, di cui 7137 abbonati e 1399 ospiti.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.