Benevento, Bucchi: “Domani la mia squadra deve essere simile a quella delle...

Benevento, Bucchi: “Domani la mia squadra deve essere simile a quella delle ultime uscite”

"L'Inter ci metterà in grande difficoltà e noi da parte nostra proveremo a fare una grande prova di squadra. Tuia giocherà dall'inizio"

SHARE

Conclusa la settimana di lavoro che conduce al primo impegno del 2019, con il Benevento che domani pomeriggio sarà al “Meazza” per il match di Coppa Italia contro l’Inter, il tecnico Cristian Bucchi ha parlato in sala stampa. Ecco le sue dichiarazioni: “Puggioni non è tra i convocati per scelta tecnica, Viola ha ancora il fastidio alla caviglia e non ancora ha superato il problema al 100%. Asencio purtroppo è stato male in nottata, ha un virus influenzale ed era inutile convocarlo”. 

Armenteros – “Samuel è un calciatore che a me piace molto. Ha delle qualità importanti e ci stiamo conoscendo. Viene da un mese di inattività e in questo periodo sta conoscendo la squadra, lo staff e sta lavorando parzialmente con noi per recuperare la migliore forma fisica. Se vorrà rimanere sarà per noi un giocatore importante”. 

Partita di domani contro l’Inter – “Domani dobbiamo aspettarci lo stesso Benevento del mese di dicembre. Domani voglio vedere quindi lo stesso Benevento delle ultime uscite e andremo lì a giocarcela. Ci metteranno in grande difficoltà, ma proveremo a fare una grande prova di squadra”. 

Tuia dal primo minuto – “Giocherà dall’inizio. È arrivato il momento di vederlo in campo e ha le qualità giuste per stare in questo gruppo”. 

Calciomercato – “Del mercato si occupa il nostro direttore in stretto contatto con il presidente. Ho dato a loro delle indicazioni e quello che maggiormente interessava a me era recuperare i giocatori che già abbiamo. Se dovesse arrivare qualcuno arriverà qualcuno con delle caratteristiche diverse a quelli che abbiamo”. 

Condizioni di Maggio – “Christian è tra i convocati, ma non è a disposizione per domani. In questa sosta ha lavorato bene e sarà disponibile per Lecce”. 

Puggioni – “Quello che vorrà fare Christian è libero di farlo. Se dovesse chiedere di essere ceduto faremo delle valutazioni”. 

Ceravolo – “Fabio è un calciatore che mi piace molto. È un calciatore di qualità, così come lo sono Coda e Armenteros”. 

Ricordi di San Siro da calciatore – “Ho un doppio ricordo di San Siro. La prima volta contro l’Inter e la seconda contro il Milan. In quest’ultima occasione ricordo che Sebastiano Rossi mi rifilò un pugno che costò a lui diverse giornate di squalifica”. 

Inter – “In una squadra così forte ogni posizione è occupata da un campione. L’Inter ha tanti fuoriclasse a livello mondiale”. 

Tifosi giallorossi – “Mi dispiace moltissimo che non ci saranno. Questo traguardo è anche merito loro e avrebbero vissuto una bellissima giornata. In futuro mi auguro che si trovino soluzioni diverse in modo tale da non penalizzare chi non ha colpe”.