Benevento, Bucchi: “La squadra mi è piaciuta. Non abbiamo avuto timore di...

Benevento, Bucchi: “La squadra mi è piaciuta. Non abbiamo avuto timore di una grande squadra”

"Il mio grande rammarico è per i due gol presi sul finire dei tempi. Avremmo perso lo stesso, ma con due gol in meno sarebbe stato meglio"

SHARE

Conclusa la gara, nella sala stampa del “Meazza”, il tecnico del Benevento Cristian Bucchi ha analizzato il match. Ecco le sue dichiarazioni: “Far giocare una gara del genere a porte aperte sarebbe stata un’altra cosa. L’Inter è una squadra superiore alla mia, ma stasera a me la mia squadra è piaciuta. Abbiamo avuto diverse palle gol contro una squadra di grandi campioni. Stasera non volevo vedere la mia squadra timorosa e la squadra non lo è stata affatto. Porto a casa delle sensazioni positive. Il divario tra le due categorie è troppo ampio”. 

Rammarico – “Sì sono rammaricato perché contro squadre così forti quanto più equilibrio c’è maggiori poi sono le possibilità di far bene. Il mio grande rammarico è per i due gol presi sul finire dei tempi. Avremmo perso lo stesso, ma con due gol in meno sarebbe stato meglio”.

Gara di Tuia – “Ho avuto ottimi spunti dalla gara di Tuia. Alessandro è per noi un giocatore molto importante che non abbiamo mai avuto nel girone d’andata e mi auguro che nel girone di ritorno starà sempre bene perché abbiamo bisogno di lui”. 

Prossimo impegno – “Mi aspetto a Lecce una partita molto difficile. Il Lecce è stata una rivelazione della prima parte, ma solo perché è una neopromossa. Andremo a giocarcela e si affronteranno due ottime squadre”.

Condizioni di Viola – “Viola è stato fermo un lungo periodo e purtroppo ha ancora dolore alla caviglia. Sta lavorando intensamente per cercare di eliminare questo fastidio”.