Benevento Calcio. Tim Cup, il primo derby della stagione va alla Salernitana

benevento calcio2

Il primo derby stagionale tra Benevento e Salernitana si conclude in favore dei granata, che riescono ad avere la meglio sulla compagine guidata da Baroni solo ai calci di rigore. Dagli undici metri sbagliano Ceravolo e De Falco: il primo si vede respingere il rigore da un reattivo Terracciano, il secondo sancisce la vittoria della squadra di Sannino tirando sul palo. Davanti a circa 7.000 spettatori, di cui 1000 giunti da Salerno, va in scena il primo atto di Benevento-Salernitana, valevole per il secondo turno della Tim Cup. Baroni opta per il 4-4-2, archiviando almeno per il momento il 4-3-1-2 visto in ritiro. Tra i pali uno strepitoso Cragno che si supera in almeno tre occasioni conquistando già il pubblico sannita, in difesa Lopez prende il posto dell’influenzato Pezzi, sull’altra fascia ottima prova per il nuovo arrivato Venuti, al centro capitan Lucioni con Padella preferito a Camporese. Vecchia guardia anche a centrocampo con i reduci della promozione in B: De Falco-Del Pinto coppia centrale, Melara e Ciciretti sugli esterni. Proprio quest’ultimo (fresco di rinnovo) nella prima frazione di gioco crea scompiglio nell’arroccata e ben organizzata difesa ospite, guadagnandosi i primi applausi del Vigorito. In attacco, la nuova coppia Ceravolo-Puscas. Il primo fa a sportellate con tutti senza riuscire ad incidere, il secondo non lascia alcun impatto sulla gara, se non in qualche occasione in cui triangola bene con Ciciretti e Ceravolo. La Salernitana di Sannino si presenta a Benevento quasi in emergenza: solito 3-5-2 per il tecnico reduce dalla breve esperienza in A col Carpi, con la novità Busellato a centrocampo (giunto a Salerno soltanto venerdì) e la confermatissima coppia d’attacco Coda-Donnarumma, ben neutralizzata dalla retroguardia giallorossa. Nel primo tempo più Benevento, che riesce a giungere anche al gol su papera di Terracciano in uscita su calcio d’angolo, ma l’arbitro tra lo stupore generale annulla la rete. Ciciretti tra i più pericolosi anche nel secondo tempo quando impegna Terracciano su calcio piazzato. La Salernitana gioca di contropiede e impegna un Cragno già in ottima forma, poi esce fuori quando il Benevento non ha più benzina, soprattutto nei tempi supplementari. Girandola di cambi: Mazzeo per Puscas, i nuovi Falco e Chibsah per Ciciretti e Del Pinto, tra le fila del Benevento; Laverone (al rientro) per Schiavi, Mantovani per Tuia e Grillo per Busellato, i cambi optati da Sannino. In sintesi, Benevento volenteroso e gradevole nel primo tempo, gioca nello stretto e palleggia bene, Salernitana che sfrutta le ripartenze e le proprie scarse energie con intelligenza. Per essere ad agosto si è assistito ad un ottimo match, con tutte le varianti del caso. Baroni a fine gara fa i complimenti ai suoi e chiederà alla società qualche altro test importante in vista dell’esordio contro la Spal. La Salernitana invece incontrerà sabato prossimo il Pisa, a sorpresa corsaro a Brescia (0-2), nel terzo turno di Tim Cup.

Lascia una risposta