Benevento, Cannavaro: “Domani dovremo triplicare le forze”

È un Benevento sempre più in emergenza e alla disperata caccia di punti quello che domani pomeriggio affronterà il Pisa. Un match che Fabio Cannavaro sarà costretto a giocare senza ben dieci elementi e alla lunga lista degli indisponibili si è aggiunto nuovamente l’attaccante Simy. Il tecnico, nel tardo pomeriggio di oggi, ha presentato la gara contro i toscani in sala stampa: “Bentrovati e buonasera a tutti. Il ritiro è sempre un momento duro per i calciatori, ma abbiamo lavorato tanto e cercato di analizzare il momento difficile che stiamo vivendo. Domani dovremo triplicare le forze. Simy ha avvertito un dolore durante l’allenamento precedente alla partita contro il Como e quindi si è dovuto fermare nuovamente. Ho una squadra titolare fuori, ma quelli che ho a disposizione sono giocatori intelligenti e sanno che devono dare tutto in campo. Loro si stanno allenando bene e da quando sono arrivato tutti hanno dato la massima disponibilità. In questo momento il minimo errore tecnico ci costa caro”.

Scelte – “Sicuramente ci saranno tre giocatori davanti e durante la partita potremmo giocare a tre anche a centrocampo. Troviamo un Pisa con delle caratteristiche importanti, ma al di là del sistema dovremo ridurre le amnesie che ci stanno costando molto caro”.

Errori in campo – “Ai giocatori sto dicendo di fare le cose semplici. Fin quando non eliminiamo i piccoli errori tutto si complica”.

Leverbe – “Devo pensare ai novanta minuti e in questo momento ho bisogno di tutti i calciatori che ho a disposizione. Con lui ci ho parlato e da quello che mi dicono l’anno scorso è stato tra i migliori difensori della B. Ha delle qualità importanti e deve crescere sul piano della cattiveria.”

Dimissioni – “Ci tengo a chiarire questo aspetto perché in televisione ho messo a disposizione le mie dimissioni per togliere dall’imbarazzo la società e il direttore sportivo. Non volevo andare via e so questa società dove può arrivare. Sono stato abbastanza chiaro anche con i calciatori e il gesto fatto è dettato dall’amicizia che mi lega a Pasquale. Lavoro con ragazzi intelligenti e sanno la delicatezza del momento”.

Difesa a quattro – “Questa squadra la può fare in qualsiasi momento”.

Ambiente – “I tifosi sono stati sempre vicini a questa squadra e anche domani devono starci vicini. Li ringrazio per i tanti chilometri che fanno per seguirci”.

Dimissioni del medico – “Non c’è nessun nesso tra le mie e quelle del medico sociale”.

Attacco del Pisa – “Penso più al fatto che hanno subìto diciassette gol che a quelli che hanno fatto. La mia difesa non mi dà l’impressione di poter prendere gol in qualsiasi momento”.

Forte –Se si chiama Forte deve esserlo a tutti gli effetti. Abbiamo bisogno della sua forza e del suo coraggio”.

Farias – “Chiedo a lui sempre di più perché è stato messo un po’ da parte nell’ultimo anno. Non è stupido e sa quello che voglio”.

Tabella – “Spero di arrivare alla sosta con diversi rientri, ma quelli che vanno in campo domani devono inviare un importante messaggio alla società e all’ambiente”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.