Benevento, Cannavaro: “Domani servirà tanta determinazione”

Alla vigilia della seconda gara consecutiva in casa, con il Benevento che domani ospiterà il Bari, il tecnico Fabio Cannavaro ha presentato il match e analizzato le varie tematiche inerenti la sua squadra nella consueta conferenza pre-gara. Ecco le sue dichiarazioni: “La condizione fisica in generale sta crescendo, in settimana abbiamo avuto qualche problema con Capellini e Schiattarella, ma entrambi saranno della partita. Glik oggi si è allenato con noi e il fatto di averlo nuovamente a disposizione fa sicuramente sorridere. Un giocatore come lui ci serve per il morale. Piano piano stiamo cercando di recuperare anche tutti gli altri calciatori e fondamentale è la comunicazione per sbagliare il meno possibile”.

Partita di domani – “Quella di domani è un’altra partita dura e bisognerà avere un po’ più di determinazione. Non dovremo sbagliare le marcature preventive perché il Bari ha degli attaccanti molto veloci, ma l’abbiamo preparata bene e la determinazione che dovrà accompagnarci fino alla fine sarà fondamentale”.

Collaborazione con Silvano Cotti – “Silvano ha un’esperienza importante, ho avuto la fortuna di averlo come calciatore e come allenatore. È stato scelto dal dottore e questa collaborazione è molto importante per noi”.

Acampora e Tello – “Gennaro è quello più avanti. Tello dobbiamo gestirlo bene e l’infortunio che ha avuto è molto delicato, ma il fatto di vederli qui ad allenarli ha portato un’aria nuova”.

Attacco – “La gestione degli elementi a disposizione è fondamentale, il campionato è lungo e darò spazio a tutti. Diego fin quando ha potuto ha cercato di dare il massimo e dai suoi piedi può nascere sempre qualcosa di buono. Forte e La Gumina vivono per il gol, devono stare tranquilli perché quanto prima si sbloccheranno”.

Momenti della partita – “Ce la possiamo giocare, ma dovremo essere intelligenti e capire i momenti. Dovremo essere bravi nella fase difensiva e correre più degli avversari. Sono molto contento di come stanno lavorando i calciatori, ho ragazzi molto intelligenti e stiamo lavorando sotto diversi punti di vista per eliminare tutte le paure che ci perseguitano. C’è da fare una vittoria per sboccarci”.

Mignani onorato di salutarla – “L’onore sarà soprattutto mio, sarà una partita dove lui però è avvantaggiato e potrà contare su quasi tutta la rosa”.

Rivoluzione nello staff dei fisioterapisti – “Guardo soprattutto il mio staff, quello tecnico, e su quello sanitario decide soprattutto la società. C’è stato un cambio e credo che sia anche normale quando le cose che non vanno bene e l’obiettivo della società è solo il bene del Benevento Calcio“.

Formazione – “Domani mattina decido e per l’attacco andrò soprattutto a sensazione. Personalmente sono sempre orientato alle tre punte, ma vedremo domani mattina”.

Punti deboli del Bari – “Il Bari nelle ripartenze può far male, ma anche loro hanno dei difetti e noi anche in emergenza possiamo vincerla. Ci concederanno qualcosa e su questo aspetto sto lavorando molto”.

Tempi di gioco – “Si gioca poco, è sempre molto spezzettato. Per migliorare il calcio in generale da parte dei calciatori devono esserci meno sceneggiate e gli arbitri devono avere forse un po’ più di personalità nel non bloccare il gioco”.

Viviani – “Mattia è un giocatore che ha perso un po’ di fiducia per una serie di errori. Ciò può capitare durante la carriera di un calciatore, già è una settimana che sta recuperando e spero che manchi davvero poco per averlo finalmente a disposizione”.

Karic – “Scherzando gli ho detto che non basta soltanto correre e stiamo lavorando per smussare questo suo difetto nella conclusione”.

Esempio per i calciatori – “Ai miei calciatori devo dare sempre l’esempio e i ragazzi devono ridurre gli errori per poter vincere le partite”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.