Benevento, Cannavaro: “È inconcepibile il calo mentale della ripresa”

Le parole per commentare la gara odierna contro la Ternana sono difficili da trovare e il tecnico Fabio Cannavaro, a fine partita, invita comunque a guardare avanti, con il Benevento che a fine partita dal tifo organizzato è stato invitato a giocare senza la maglia. Ecco le sue dichiarazioni: “La colpa di questa sconfitta è soprattutto mia, ma già nell’intervallo mi sono arrabbiato molto con i ragazzi perché temevo una caduta dal punto di vista mentale e nella ripresa, manco a farlo apposta, siamo calati soprattutto sul piano mentale e meno da quello fisico. Anche oggi abbiamo preso dei gol dagli sviluppi di calci piazzati ed è un vero peccato perché iniziava a vedersi qualcosa di positivo. Schiattarella l’ho dovuto togliere perché non ce la faceva più e delle volte le sostituzioni ti danno qualcosa in più e altre volte meno”.

Personalità – “La ritroviamo sicuramente recuperando qualche giocatore e l’assenza in difesa di Glik si sta notando purtroppo parecchio. Dobbiamo ripartire da quello visto nel primo tempo e devo pensare sempre a qualcosa di positivo. L’amaro da digerire non è semplice da buttare giù e sperando che quando prima arriverà qualche rinforzo dall’infermeria. Tello purtroppo ha accusato un nuovo dolore e lo valuteremo in settimana”.

Alzare la testa – “Non dobbiamo perdere lo spirito battagliero che consente di vincere le partite. Un conto è perdere contro una squadra che ci ha messo sotto, ma così no e non possiamo perdere punti così“.

Partita di Leverbe – “Non mi piace definirla imbarazzante, ma in alcune situazioni è stato molto superficiale. Preferisco un difensore scarso ma concentrato a uno forte, ma non concentrato”.

Classifica – “Bisogna sempre guardarla e rispettarla. Deve farci capire che non possiamo stare nella posizione nella quale ci troviamo adesso e nessuno è ormai abituato alla sconfitta. Essa non ti fa uscire di casa e non penso che i miei ragazzi siamo ormai abituati a perdere”.

Rientri per Como – “Per Como spero di avere Simy e Acampora. Viviani non lo so e Letizia sta bene, l’ho tolto per scelta tecnica”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.