Benevento, Cannavaro: “Sono pronto a dimettermi, ma la società è contraria”

Il Benevento è finito in un tunnel dal quale non riesce proprio a uscirne fuori e al termine della gara di oggi, con la Strega sconfitta anche a Como e dopo un lungo confronto con il presidente Vigorito e il direttore Foggia, nella sala stampa del “Sinigaglia” Fabio Cannavaro ha analizzato il momento negativo. Ecco le sue dichiarazioni: “Come ho detto alla società, al direttore ho dato le mie dimissioni. Era un atto dovuto da parte mia, ma la società già mi ha detto che non le accetta. Anche oggi abbiamo commesso errori che non dovevamo commettere. Credo ancora che questo Benevento possa rialzarsi, ma evidentemente non sono riuscito a far capire a questi calciatori cosa significhi giocare a calcio. Nel secondo tempo abbiamo dimostrato una maggiore positività, ma è capitato anche oggi prendere gol dopo i primi minuti e a noi non riescono le semplici giocate. Facciamo fatica e non posso pensare a quelli che stanno fuori. Purtroppo continuiamo a lasciare punti e a questa squadra manca quella cattiveria necessaria che serve in ogni partita. Non mi aspettavo tutte queste difficoltà e da parte mia voglio rispettare la società e i tifosi che ci seguono sempre. Non voglio poi dare alibi ai calciatori, ma oggi si sono infortunati anche Vokic e Ciano. Non credo minimamente nel ritiro, ma ci andremo”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.