1

Benevento, Caserta: “A Genova per fare bella figura”

Complice l’avvicinarsi della partita di Coppa Italia contro il Genoa, con il Benevento che partirà domani per la Liguria, nella tarda mattinata odierna il tecnico Fabio Caserta ha incontrato i giornalisti in sala stampa. Ecco le sue dichiarazioni: “Buongiorno a tutti ed è un piacere ritrovarvi. La squadra ha fatto un grande ritiro precampionato e questa settimana i ritmi sono stati automaticamente un po’ più bassi. Cercheremo subito di fare bella figura, quindi una grande partita e questa squadra ha delle armi che possono fare male a tutti”.

Mercato – “Le valutazioni le fa la società. Barba e Ionita potrebbero andare via, ma queste considerazioni ripeto le fa la società. Sia Barba e Ionita si sono allenati sempre al massimo e deciderò ovviamente secondo quelli che sono i rumors di mercato. Non sono giocatori che abbiamo scaricato e se dovessero rimanere sarò molto contento”.

Rosa –C’è ancora qualcosa da limare e in base a chi andrà via cercheremo il sostituto adatto. La partita di lunedì darà delle indicazioni importanti e affronteremo una delle squadre più attrezzate per la vittoria del campionato”.

Impostazione tattica –Partiamo da una base importante, partiamo dalla difesa a quattro e a centrocampo possiamo cambiare in base a quelle che sono le caratteristiche dei singoli. Ho tre/quattro giocatori molto duttili che mi permettono di cambiare in ogni momento il sistema di gioco. Dobbiamo adattarci anche alle caratteristiche degli avversari”.

Coppia centrale in difesa – “Ho quasi deciso la formazione e dietro giocherà quasi sicuramente Pastina con Glik”.

Pressione – “Questa società ha sempre fatto campionati importanti. e veniamo da una semifinale play off persa per la differenza reti. Abbiamo perso elementi importanti ma faremo un campionato che rispecchi il blasone di questa piazza. Sono una persona molto ambiziosa e partiamo con l’ambizione di fare un campionato molto dignitoso”.

Assenza di Glik – “Sappiamo che Glik non ci sarà per diverse settimane e in questa fase di mercato decideremo se prendere un altro difensore”.

Thiam Pape – “Per adesso è la terza scelta in attacco e fa piacere averlo a disposizione”.

Regista “Abbiamo Viviani, stiamo valutando Talia e dobbiamo dargli il tempo di commettere degli errori. Può, infatti, crescere attraverso gli errori e per ora lo sto adattando in questo ruolo e spetta alla società decidere se prendere un altro regista o puntare su Talia”.

Partita contro il Genoa – “Lunedì, al di là del risultato, mi aspetto una squadra che ha voglia di andare a Genova a fare la partita e consapevole della propria forza. Mi aspetto di vedere questo. Schiererò l’undici che in questo momento mi dà maggiori garanzie”.

Vokic “È arrivato un altro tipo di calciatore e nel 4-3-3 il suo ruolo ideale è esterno d’attacco. Neanche lui sa delle qualità che ha. Purtroppo ha troppi tempi morti e nel calcio di oggi non può permetterselo. Lo tengo molto in considerazione, ma deve capire che mentalmente deve fare il salto di qualità”.

Tifosi – “La piazza vuole vedere una squadra unita e che lotta. Noi dobbiamo fare ciò e se gli avversari saranno più bravi di noi potremo farci poco”.

Mercato in uscita – “Tutti i calciatori sono sul mercato e tale discorso non vale quindi soltanto per Barba e Ionita. Ho una rosa abbastanza ampia e importante e abbiamo l’obbligo morale di combattere in ogni gara”.

Farias – “Sappiamo le sue qualità e nella passata stagione ha sofferto tanto. Quest’anno si è presentato bene in ritiro e se starà bene dal punto di vista fisico ci darà una grande mano. Ha delle qualità che con questa categoria non c’entrano nulla”.

Terreno di gioco di Marassi – “Purtroppo non sta messo bene e dovremo tener conto anche di questo aspetto”.

Personalità – “Nella passata stagione abbiamo avuto troppi alti e bassi e nelle ultime tre partite, perso l’obiettivo della promozione diretta, la squadra si è persa. Questa squadra ha comunque giocatori di personalità e nella passata stagione è mancata forse quell’esperienza giusta che ci avrebbe permesso di vincere più partite“.