1

Benevento, Caserta: “Domani servirà la stessa cattiveria di Genova”

Dopo aver raccolto un solo punto nelle prime due giornate, il Benevento va a caccia della prima vittoria in campionato e per la Strega l’avversaria da battere si chiama Frosinone. I ciociari, reduci da due vittorie in altrettante gare e con nessun gol al passivo, rappresentano però un ostacolo abbastanza arduo da superare, ma il tecnico Fabio Caserta in sala stampa si è detto molto fiducioso. Ecco le sue dichiarazioni: “La società ha deciso di intervenire sul mercato intervenendo dove mancava qualcosina, sono arrivati giocatori importanti per la categoria e ci daranno una grossa mano. Ciano già si è allenato con la squadra ed è a disposizione per domani. La settimana scorsa è stata molto particolare per diversi aspetti e l’atteggiamento della squadra a Genova è stato molto diverso. Nelle difficoltà i ragazzi sono stati bravi a reagire e hanno dato una risposta importante. Bisogna ripartire da quella partita e domani dovremo essere molto bravi a contenere una squadra altrettanto forte. Siamo consapevoli che bisognerà lottare palla su palla”.

Nuovo modulo“I calciatori a disposizione sono adatti per questo sistema di gioco. Abbiamo deciso di mettere due attaccanti puri e in questo momento il 3-5-2 è il sistema più adatto per questa squadra. I numeri sono importanti fino a un certo punto e bisogna vedere sempre come una partita viene interpretata. Il 4-3-3 però non è accantonato e ripeto questo sistema di gioco è quello che in questo momento mi dà più garanzie”.

Avversari – “Il Frosinone ha caratteristiche diverse rispetto al Genoa e domani servirà la cattiveria mostrata a Genova e non l’atteggiamento mostrato nel secondo tempo contro il Cosenza. Noi non dobbiamo mai dimenticare quello che abbiamo fatto a Genova e bisogna cercare di riportare la gente dalla nostra parte. Anche loro hanno però dei punti deboli e non dobbiamo pensare alle sconfitte dell’anno scorso”.

Esterni – Se decidiamo di portare avanti questo sistema di gioco siamo apposto con gli esterni. Improta è adatto a fare il quinto, così come Tello, Letizia, Masciangelo e Foulon. Farias ha fatto sempre la seconda punta in un attacco a due e non può fare il quinto a mio avviso. Gli esterni che abbiamo si sposano più per questo sistema che per il 4-3-3 ed El kaouakibi può agire sia da braccetto difensivo che da quinto di centrocampo”.

La Gumina – “Bisogna valutarlo, dato che i primi due giorni della settimana non si è allenato con la squadra. Il Frosinone è molto forte nelle ripartenze e giocano molto sull’errore degli avversari e se non dovesse giocare lui giocherà Farias”.

Confronto con la società – “Con il presidente abbiamo parlato in modo tranquillo e ha parlato anche con la squadra. Adesso bisogna pensare alla partita di domani e con la società abbiamo deciso di intervenire sul mercato prendendo dei giocatori un po’ più esperti”.

Simy e Forte – “Sono due giocatori diversi e possono coesistere molto bene. Secondo me Francesco può dare qualcosa in più giocando con un compagno accanto e vediamo cosa accadrà nelle prossime ore”.

Improta – “Conoscendo Improta non è l’Improta che sappiamo. Non sta ancora al 100% e sappiamo che per questa categoria può essere un lusso. Ha ancora bisogno di qualche partita per entrare in condizione. Ha delle qualità tecniche e umane eccezionali”.

Ciano – “È arrivato molto motivato e approfitto per ringraziare pubblicamente Roberto Insigne perché ha dato tanto alla città e si è sempre comportato benissimo. È stato un ragazzo sempre positivo e gli auguro di fare un grande campionato dalla prossima partita”.

Possibile ritorno di Schiattarella – “Sono considerazioni che fa il direttore con il presidente. Mi fido di loro e non so se l’eventuale suo ritorno può escludere quello di Kubica”.