È tutto pronto al Teatro Romano per “Benevento Città Teatro”, al via domani sera e in programma sino al prossimo 22 settembre. L’evento multimediale, finanziato dalla Regione Campania nell’ambito del Programma Operativo Complementare 2014/2020 – annualità 2016/2017 – è realizzato dalla Sopraintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio per le province di Caserta e Benevento, in collaborazione con la Direzione Territoriale delle Reti Museali della Campania.

Questa mattina, dopo quella dello scorso 27 agosto, c’è stata una nuova conferenza stampa della manifestazione e alla quale, oltre al Direttore del Polo Museale, Ferdinando Creta, hanno preso parte anche Salvatore Buonomo, Soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le Province di Caserta e Benevento, Gennaro Leva, architetto della Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio per le province di Caserta e Benevento, e il Consigliere Regionale della Campania, Mino Mortaruolo. Quest’ultimo ha subito rimarcato l’importanza del lavoro svolto dal Direttore Creta negli ultimi tempi, affermando: “C’è stato un vero e proprio rilancio di una location meravigliosa e questo lo dobbiamo al Direttore Creta”.

Concluso il breve intervento del Consigliere Mortaruolo, ha preso la parola il direttore Creta: “Il percorso consiste in otto tappe e durante la visita i visitatori avranno anche la possibilità di assaggiare i vini del nostro territorio. Sarà, inoltre, possibile appurare la ricostruzione del Teatro attraverso sedici pannelli. La ditta che si è aggiudicata l’allestimento è di questa città e ciò non può fare altro che piacere. Il Teatro Romano ha un’acustica straordinaria e ciò ci è stato confermato anche da tutti i protagonisti degli spettacoli che ci sono stati quest’estate. Il percorso si snoderà quasi totalmente nella parte interna del Teatro, quindi anche in caso di pioggia si svolgerà regolarmente”.

È quindi intervenuto il Soprintendente Buonomo: “Nel presentare “Benevento Città Teatro” provo una grandissima emozione e questo sentimento è dettato dal fatto che da giovane funzionario, qualche anno fa, ho subito iniziato ad occuparmi della valorizzazione del Teatro Romano. Oggi la sfida che abbiamo lanciato è quella di valorizzarlo il più possibile e bisognerà incentivare sempre di più il turista nel visitarlo. Questo teatro ha ancora tante potenzialità inespresse, ma questo progetto rappresenta per noi una grande soddisfazione. Mi auguro che la collettività apprezzerà almeno il nostro sforzo. Gli elogi, così come le critiche, dovranno contribuire a migliorarci sempre di più”.