Filippo Nardi è giallorosso: ecco chi è la nuova pedina per la mediana di Auteri

Non c’era più alcun dubbio, ma ora è arrivata anche l’ufficialità: Filippo Nardi è un nuovo giocatore del Benevento. Prima i segnali poco incoraggianti evidenziati dalla mediana giallorossa in questo avvio di 2024, poi la partenza di Tello (direzione Catania) e le voci di mercato riguardanti Karic: il DT Marcello Carli si è così convinto ad affondare il colpo per prelevare la mezzala trevigiana classe ‘98 e portarlo alla corte di Auteri.

Formula – Il Benevento ha raggiunto un’intesa con la Cremonese, che ne deteneva il cartellino, sulla base di un prestito con obbligo di riscatto (fissato a 150.000 euro) non legato al raggiungimento di obiettivi. La stessa Cremonese, dunque, ha interrotto anticipatamente il prestito secco formulato con la Reggiana la scorsa estate. Decisiva è stata l’intesa tra Carli ed il calciatore, che interessava anche alla Triestina, la quale società friulana aveva perfino superato l’offerta giallorossa. Il centrocampista veneto sottoscriverà un contratto di due anni e mezzo che lo legherà al sodalizio sannita.

Caratteristiche – Nardi è una mezz’ala di buona inventiva, voluto da Auteri e Carli per diversificare le caratteristiche della mediana giallorossa. Nell’arco della sua carriera è stato tendenzialmente impiegato come laterale in un centrocampo a 3, ma nell’ultima esperienza a Reggio Emilia ha anche interpretato il ruolo di interno in una linea a 2. Alto 1,75m per quasi 70kg, presenta delle peculiarità che somigliano – ma non si sovrappongono – a quelle di Agazzi, Pinato e Karic: buona proprietà di palleggio, ma soprattutto capacità di attaccare gli spazi, con una spiccata propensione al gol, confermata nell’annata 2022-2023. Alla prima esperienza con la casacca della Reggiana, infatti, ha confezionato 5 gol e 3 assist.

Carriera – Il classe ‘98, che compirà 26 anni a marzo, è cresciuto tra le fila del Montebelluna, in provincia di Treviso, e la primavera del Novara, che lo ha prelevato nell’estate del 2016. Con i piemontesi, dopo 15 presenze con gli under 19, ha esordito tra i professionisti – nel campionato cadetto – nel maggio del 2017. Dopodiché, a sèguito di due anni nei quali ha collezionato appena due presenze in prima squadra, Nardi ha trovato continuità nel successivo biennio, nel quale ha registrato 43 presenze tra serie B e serie C, suscitando l’interesse della Cremonese. La compagine lombarda, difatti, lo ha acquisito con la formula del prestito con diritto di riscatto nel 2020 (esercitando quest’ultimo nel 2021): sono state 21 le presenze del centrocampista con la maglia grigiorossa, prima di finire al Como ed alla Reggiana, sempre in prestito. Con i granata, nel 2022-2023, ha sicuramente disputato la miglior stagione della propria carriera, contribuendo alla promozione in serie cadetta della Reggiana. Il nuovo prestito in Emilia, però, non ha fruttato i risultati sperati nella presente stagione, nella quale il calciatore ha visto il campo solo a sprazzi: appena 12 apparizioni, di cui solo 4 da titolare.

Il benvenuto di Lanini – A Benevento, Filippo Nardi ha ritrovato l’amico ed ex compagno di squadra alla Reggiana Eric Lanini, che ieri lo ha già calorosamente accolto nel Sannio: cena insieme in centro città, selfie con sorrisi smaglianti accompagnato da un entusiasta “Benvenuto amico mio” per festeggiare l’approdo del centrocampista ai piedi della Dormiente.

Quest’oggi, infine, Nardi si è presentato ai nuovi compagni di squadra, nonché preso parte alla prima sessione di allenamento mattutina.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.