Dopo settimane in cui a farla da padrona è stata l’incertezza, complice un Ministro dello Sport che poco ha fatto per tutelare l’intero sistema calcio, si entrati finalmente nella fase in cui bisogna prendere delle decisioni per il futuro del calcio italiano. Nella giornata di domani, con inizio alle ore 12, come ben noto a tutti i grandi amanti del pallone è in programma in videoconferenza l’attesissimo Consiglio Federale della Figc e prima di questo importantissimo appuntamento, nel quale l’attenzione sarà rivolta soprattutto su come concludere i campionati, in giornata dovrebbe giungere la risposta del Comitato Tecnico Scientifico in merito al nuovo protocollo inviato dalla Lega Serie A.

Qualora dovesse arrivare l’ok alla cancellazione del lungo ritiro, con i calciatori che al termine dell’allenamento farebbero ritorno alle rispettive case, unitamente all’eliminazione della quarantena per tutta la squadra in caso di una nuova positività all’interno del gruppo la ripartenza del campionato di serie A si avvicinerebbe a grandi passi. Un cambiamento che, quasi come un effetto domino, riguarderebbe anche la serie B, in quanto se dovessero essere concretamente eliminati questi paletti anche il campionato cadetto potrebbe essere concluso disputando tutte le gare che resterebbero da giocare.

Due punti che sin dal primo momento non sono andati giù al presidente Oreste Vigorito e così come al massimo dirigente del Benevento anche agli altri diciannove club del campionato di serie B. Il vecchio protocollo, infatti, criticato da tante società di massima serie per gli eccessivi costi, sarebbe praticamente impossibile da attuare in serie B, ma con l’eliminazione di questi due punti si potrebbe tornare a parlare effettivamente di una ripresa.

La truppa giallorossa a tal proposito e in attesa di conoscere gli sviluppi della situazione, unitamente a qualche altro club cadetto: Chievo, Juve Stabia, Livorno, Pisa e Virtus Entella (i liguri inizieranno giovedì), non ha dato il via agli allenamenti individuali. Essi dovrebbero iniziare lunedì 25 maggio, con la speranza che per l’inizio della prossima settimana tutto sarà più chiaro.