È un’attesa spasmodica, ma che si avvia alla conclusione. Alle 21 si gioca BeneventoJuve Stabia e la Strega, dopo quello di Empoli, ha il secondo match point per la serie A. Rispetto però alla partita dello scorso venerdì del Castellani” questa sera basterà anche un pareggio, non tenendo conto di nessun altro risultato, per centrare il meritato ritorno in massima serie. Mister Inzaghi può contare sul rientro di Volta, assente per squalifica contro i toscani, e l’ex Perugia è in vantaggio su Tuia per ruolo di centrale al fianco di Caldirola. Non ci sarà, invece, Viola, con il numero dieci giallorosso ancora non del tutto ripresosi dal fastidio al ginocchio. Al suo posto sarà confermato Tello, con il colombiano che agirà da mezzala sinistra e di conseguenza l’undici giallorosso si schiererà, almeno inizialmente, con il 4-3-2-1. L’altra novità rispetto all’undici iniziale di tre sere fa sarà il ritorno dal primo minuto di Letizia, con “Frecciarossa” che si occuperà dell’out mancino e farà rifiatare Barba.

Privo dell’ex Cissé, squalificato unitamente a Germoni e Ricci, mister Caserta dovrebbe opporre alla corazzata di Inzaghi un 4-3-1-2, in cui l’esperto Di Gennaro farà da rifinitore alla coppia d’attacco formata da Canotto e Forte. Davanti al portiere Provedel, invece, linea a quattro formata da Vitiello, Tonucci, Troest e Allievi, con quest’ultimo che solitamente agisce al centro della difesa non dovrà far rimpiangere i due terzini Germoni e Ricci. Nella zona centrale Addae sarà il perno della mediana e ai suoi lati dovrebbero agire Calò, a segno nella gara d’andata, e Mallamo. Partirà dalla panchina l’ex giallorosso e protagonista del doppio salto dalla C alla A Fabrizio Melara.

Arbitro: Livio Marinelli della sezione di Tivoli
Assistenti: Manuel Robilotta della sezione di Sala Consilina e Fabio Schirru della sezione di Nichelino
IV ufficiale: Mario Cascone della sezione di Nocera Inferiore