Le decisioni prese durante il Consiglio Federale di mercoledì hanno fatto tirare un grande sospiro di sollievo al Benevento e ai suoi tifosi, con la società giallorossa che, anche se non si dovesse riuscire a completare il campionato e in virtù del fatto che si terrà conto del merito sportivo, nella prossima stagione militerà in serie A. Una decisione che di fatto andrà correttamente a premiare una squadra che fino alla pausa dello scorso 8 marzo è stata capace di inanellare ben sessantanove punti sugli ottantaquattro a disposizione e che da lunedì tornerà, seppur inizialmente con delle sedute individuali, ad allenarsi all’Imbriani.

Quanto stabilito nella riunione in videoconferenza dell’altroieri, oltre ad avvicinare ulteriormente la Strega alla massima serie, come per magia ha scatenato le prime voci di mercato e con nomi altisonanti accostati al club del presidente Oreste Vigorito. Tra di essi c’è quello di Fernando Llorente del Napoli, con l’attaccante spagnolo che potrebbe essere il colpo da novanta da mettere a disposizione di mister Pippo Inzaghi. Un pista che ad oggi difficilmente si potrà concretizzare, ma a tenere accesa la fiammella è stato il diesse Pasquale Foggia, con il direttore giallorosso che nella giornata di ieri ha ammesso che lo spagnolo è un profilo che potrebbe fare al caso del Benevento.

L’attacco, considerata anche la ormai certa partenza di Massimo Coda, è del resto il reparto che necessita di un maggiore intervento e ci saranno almeno due arrivi, con entrambi che dovranno essere adatti al campionato di serie A, il cui livello tecnico è come ben noto di gran lunga superiore alla serie B. Tornando a Llorente, l’ex Juventus e Campione del Mondo con la Spagna nel 2010, in virtù anche dell’arrivo di Andrea Petagna, a Napoli potrebbe vedersi ulteriormente ridurre lo spazio a sua disposizione e chissà se ciò contribuirà a spingerlo in direzione Benevento.