Benevento, multa per lancio di aeroplanini: pena ridotta ma non annullata

Benevento, multa per lancio di aeroplanini: pena ridotta ma non annullata

La società sannita ha presentato ricorso, accolto parzialmente: la pena è scesa a soli 3500€, mentre al Crotone quella da 20.000€ inflitta per lancio di petardi fu totalmente annullata

322
SHARE

Benevento - SalernitanaIn seguito al derby dello scorso 21 settembre tra Benevento e Salernitana, il Giudice Sportivo aveva inflitto alla società del presidente Vigorito un’ammenda di 5.000€ per aver i sostenitori giallorossi lanciato in campo aeroplanini di carta dopo la coreografia a tutto campo dedicata al piccolo Genny. Tante le polemiche per una notizia che ha fatto scalpore e suscitato ironia anche a livello nazionale, poi però da lì non si è saputo più nulla. I tifosi del Foggia, presenti a Benevento due settimane fa, hanno inneggiato il Vesuvio, pena per la società rossonera 5.000€ di multa, tanto quanto un misero lancio di aeroplanini di carta. La società sannita ha presentato ricorso alla Corte d’Appello, presieduta da Piero Sandulli, che oggi ha accolto parzialmente il ricorso, decurtando la pena a 3.500€, soli 1.500€ in meno. Ricordiamo, ancora, come i tifosi del Crotone, a febbraio di quest’anno, lanciarono petardi in campo ricevendo la società calabrese un’ammenda di 20.000€ totalmente annullata poi dalla stessa Corte d’Appello dopo aver fatto ricorso. Non c’è che dire, dunque, la farsa continua per una situazione che non doveva minimamente crearsi, non per colpa stavolta di tifosi mai incivili (vedere invece in altre città…) ma per colpa di chi ha ritenuto opportuno sanzionare tale comportamento. E la sensazione è che fuori dal campo il Benevento, cogli organi di giustizia, non l’avrà mai vinta, o soltanto a metà.