Nel giorno in cui la Curva Sud ricorderà ancora una volta l’indimenticabile Carmelo Imbriani, con il “Game Boy” di Ceppaloni che ci ha lasciati sette anni fa, il Benevento di Pippo Inzaghi affronta il Pordenone. Come ben noto ormai a tutti il tecnico emiliano è costretto a dover rinunciare a diversi elementi della sua rosa, ben nove e tra di essi ci sono anche gli squalificati Volta e Schiattarella. Per ovviare all’assenza del metronomo di Mugnano di Napoli due sono le soluzioni e una è rappresentata dall’inserimento di Del Pinto in mediana, con l’automatica conferma di un centrocampo a tre e completato da Hetemaj e Viola. L’altra soluzione è il ritorno al 4-4-2 con Improta e Insigne esterni di centrocampo e probabilmente sarà questa la scelta definitiva di Inzaghi. Davanti a Montipò, anche in caso di 4-3-2-1, il quartetto difensivo è fatto già da giorni, con Maggio e Letizia terzini, Barba e Caldirola centrali. In panchina gli unici difensori a disposizione sono i baby Rillo e Pastina. Scritto che con ogni probabilità sarà 4-4-2 in avanti con Sau, così come accaduto a Cosenza, dovrebbe esserci Moncini, con Coda in panchina e il numero nove giallorosso, non tenendo in considerazione i vari giovani della rosa, sarà una delle poche alternative pronte a subentrare a gara in corso.

Per la sfida contro la prima della classe, mister Tesser è costretto a dover rinunciare all’esperto Gavazzi e all’ex Avellino si è aggiunto anche Pobega, con il centrocampista di proprietà del Milan che non figura nell’elenco dei convocati. Queste assenze non precludono comunque la conferma del 4-3-1-2 e sulla trequarti, alle spalle della coppia formata da Strizzolo e Ciurria, ci sarà Chiaretti. In mediana, accanto a Burrai, agiranno Misuraca e Tremolada. Tra i pali il giovane Di Gregorio e davanti al portiere di proprietà dell’Inter il quartetto di difensori, oltre che dall’ex Camporese, sarà formato da Semenzato, Barison e De Agostini.

Arbitro: Lorenzo Maggioni della sezione di Lecco
Assistenti:
Alessandro Cipressa della sezione di Lecce e Christian Rossi della sezione di La Spezia
IV ufficiale:
Mario Vigile della sezione di Cosenza