Foto: Žiga Zupan/Sportida

All’improvviso il diesse Foggia si è mosso sul mercato dopo la chiusura ufficiale di gennaio che ha portato in rosa Caldirola e Crisetig oltre al ritorno di Armenteros: tra gli svincolati spunta un nome che la società sannita ha ritenuto opportuno mettere sotto contratto, in attesa del responso dalle visite mediche. Stiamo parlando di Dejan Vokic, centrocampista classe 1996 di nazionalità slovena. Ruolo originale di trequartista, può essere utilizzato anche come esterno o centrale di centrocampo. Ex Maribor, Vokic ha disputato 15 gare nel massimo campionato polacco con la maglia dello Zaglebie Sosnowiec, squadra dalla quale si è svincolato il 10 gennaio e che è neopromossa in Ekstraklasa, attualmente ultima con 12 punti e a rischio retrocessione (la formula del campionato a 16 squadre prevede una prima fase da 30 partite in un girone all’italiana, con la suddivisione in due gruppi da otto in seguito per designare il campione di Polonia e chi disputerà le coppe europee nel girone per il titolo, mentre nel girone per la salvezza le ultime due retrocedono in I liga, la Serie B polacca, partendo tutte dai punti accumulati precedentemente). Sono 21 le partite disputate finora dal fanalino di coda in Polonia, ciò vuol dire che il neo-acquisto giallorosso è stato assente solo in sei casi, totalizzando 513 minuti in campo senza mai andare a segno. Alto 1.90 cm, si profila come un calciatore che abbina tecnica e struttura fisica, ma la particolarità legata al suo approdo al Benevento risiede nel fatto che è un mancino. Di giocatori che preferiscono il piede sinistro, Bucchi ne è pieno, soprattutto nella zona nevralgica del campo: Viola, Crisetig e Bandinelli. Con l’arrivo del friulano dal Frosinone, col placet del Bologna, e il tesseramento di Vokic, la Strega ha tappato i vuoti lasciati da Nocerino e Bukata. Già, proprio quest’ultimo che era diventato un vero e proprio caso: ingaggiato a luglio dal Piast Gliwice, ancora una squadra polacca, lo slovacco non si è mai visto né in campo né fuori, con la giustificazione di un problema fisico ai più ignoto e non specificato. Scommessa buttata la sua, mentre Cy Goddard, preso dalla Primavera del Tottenham in estate, continua ad allenarsi con l’intento di sviluppare una struttura fisica adatta al campionato italiano: per lui solo 8 minuti da subentrato nella disfatta di La Spezia. Adesso Vokic, altro prodotto proveniente dall’estero, il secondo di quest’annata direttamente dalla Polonia, e noi ci chiediamo se questa fosse davvero un’opportunità da prendere al volo, con uno slot per gli over ancora libero (Vokic verrà classificato under).