Una notizia che vi avevamo dato il 10 agosto scorso e che oggi trova riscontri con i crismi dell’ufficialità: c’è l’accordo tra Konami e Lega B per l’approdo all’interno, del videogame, del secondo campionato italiano.

Una novità che farà felici tutti i tifosi delle venti squadre che compongono il torneo cadetto e i fan del titolo calcistico che fa concorrenza, da anni, a FIFA. L’aggiornamento sarà disponibile da giovedì 24 ottobre e il download sarà possibile direttamente all’interno delle impostazioni del gioco, come ormai da qualche tempo. L’attesissimo annuncio è arrivato dalla Lega B tramite il proprio sito ufficiale e i propri canali social, sia con un comunicato che con un video eloquente che vede protagoniste tutte le compagini cadette di questa stagione.

Serie BKT – Finalmente su eFootball PES 2020

🎮️⚽️🔥Doveva succedere: è SUCCESSO! 😲Abbiamo giocato con voi: adesso è arrivato il vostro turno! La #SerieBKT solo su Pro Evolution Soccer

Pubblicato da Lega B su Mercoledì 9 ottobre 2019

Konami Digital Entertainment B.V e Lega B annunciano l’accordo che prevede la licenza della Serie BKT 19/20 in via esclusiva per eFootball PES 2020, rendendolo così l’unico videogioco di calcio su console e dispositivo mobile ad offrire l’esperienza completa della Serie BKT” ha comunicato la Lega tramite una nota ufficiale.

“L’accordo di licenza tra KONAMI e Lega B vede ceduti in maniera esclusiva il logo del Campionato, il trofeo e le patch ufficiali, oltre ai kit autentici di gioco e nomi delle squadre che saranno aggiunti a eFootball PES 2020 su PC e console il 24 ottobre. Un accordo storico per la Serie B che, in occasione del suo 90° anniversario, permetterà ai propri tifosi e non solo di vivere le emozioni del campionato della Serie BKT attraverso eFootball PES 2020 ed esporterà il calcio unico della Seconda Divisione Italiana in tutto il mondo data l’importanza internazionale del partner KONAMI. Mauro Balata, Presidente della Lega B, parla di ‘momento importante per la diffusione del brand Serie B nel mondo e di occasione unica per avvicinare nuovi giovani tifosi che attraverso eFootball PES 2020 possono coltivare la passione per la loro squadra o appassionarsi a questo meraviglioso e sempre incerto campionato. I numeri parlano chiaro, milioni di gamer soprattutto giovani chiedono di restare vicino ai club anche davanti a una console e l’accordo con Konami va proprio in questa direzione’. Jonas Lygaard, Senior Director Brand & Business Development presso Konami Digital Entertainment, B.V. ha commentato: ‘Il nostro impegno a garantire le licenze di campionato e di squadra per eFootball PES va oltre le competizioni e le società di punta. Crediamo fermamente nella volontà di ricreare l’esperienza professionale completa, compresi i meccanismi di alti e i bassi associati alle promozioni e alle retrocessioni dei club. Il nostro accordo esclusivo con la Serie BKT italiana è un chiaro segno di tale impegno e non potremmo essere più entusiasti’“.

LA SERIE B SU PES: INFO E CURIOSITÀ
Per la prima volta il campionato cadetto sbarca per via ufficiale sul simulatore di calcio della casa di produzione giapponese, che mira alla creazione di un’esperienza sempre più realistica per tutti gli utenti del gioco. In questa ottica s’inserisce la partnership con la Juventus e la Serie A TIM: riprodotta fedelmente su eFootball PES 2020 la casa dei bianconeri, così come maglie e volti dei giocatori. Per quanto riguarda la massima serie, il 24 ottobre insieme al campionato cadetto verrà introdotto anche lo scudetto, che si va ad unire alle patch e ai trofei dei tornei italiani, per la prima volta tutti licenziati sul gioco. L’ipotesi suggestiva era quella riguardante l’introduzione degli stadi della B sul titolo della Konami, e dunque della riproduzione del “Vigorito” per la prima volta sul gioco. Ipotesi difficile da realizzare in quanto con l’acquisizione dei diritti dei campionati (e non delle singole squadre) non sono inclusi anche gli stadi, non essendo in Italia tutti di proprietà delle società di calcio, come invece accade nel Regno Unito ad esempio. Ciò è possibile solo con la Juventus per lo Stadium, con Inter e Milan per San Siro e Roma e Lazio per l’Olimpico, che hanno in proprietà (nel primo caso) e in gestione i rispettivi impianti sportivi. La news riguardante l’introduzione degli stadi della Serie B fu anticipata dalla Gazzetta dello Sport e chissà se, in futuro, con una patch, sarà possibile vivere all’interno del gioco l’esperienza di giocare i match più importanti di Serie A e B avvolti dall’atmosfera magica dei propri stadi. Un passo difficile in quanto bisognerà trovare l’intesa con gli enti pubblici comunali. Intanto i tifosi del Benevento si preparano già ad acquistare il gioco e provare a conquistare la promozione in massima serie con Maggio e compagni, per la prima volta licenziata su PES: l’esordio dei giallorossi sui titoli calcistici lo si è avuto con FIFA 17 e, con relative licenze, nelle due successive stagioni. Grazie al lavoro del PES Team, invece, furono introdotte delle patch con le licenze ufficiali dei club e anche del Benevento Calcio, ma quest’anno, con la partnership stipulata tra Konami e Lega B, si dà un importante segnale e si guarda al futuro: i giovani sanniti e, soprattutto, i simpatizzanti della Strega di tutto il mondo, potranno usufruire di un collante in più per restare legati alla propria squadra del cuore.