Seppur quelli appena trascorsi abbiamo fornito la sensazione di giorni di calma piatta, il direttore sportivo Pasquale Foggia continua a lavorare senza sosta per poter costruire un Benevento all’altezza del prossimo campionato di serie A. Oltre alle operazioni in entrata, si ragiona anche sulle uscite e dopo quella di Massimo Coda, con il bomber di Cava de’ Tirreni che non è più un calciatore giallorosso da ormai quaranta giorni, altri elementi della rosa che hanno fornito un prezioso contributo al ritorno in massima serie lasceranno la città delle streghe.

PORTIERI – È il reparto che ad oggi dovrebbe essere interessato dal minor numero di movimenti e ai tre confermati (Montipò, Manfredini e Gori) verrà aggiunto il giovane Igor Lucatelli. Acquistato dal Pescara nello scorso mese di gennaio, è rimasto nella città abruzzese fino alla sospensione dei campionati giovanili (fino al lockdown ha difeso in diciotto partite la porta dell’Under 17 dei biancazzurri) e in questa sua nuova avventura, la prima da professionista, farà il terzo portiere. Sarà considerato sulla carta il terzo portiere in quanto essendo un under, è nato il 21 agosto 2003, consentirà di liberare un posto nella lista degli Over 22. Per quanto concerne i portieri, infatti, si possono apportare delle modifiche alla lista in occasione di ogni gara, con Gori che non sarà inserito nell’elenco e quando sarà necessario inserirlo dovrà prendere necessariamente il posto di uno tra Montipò e Manfredini.

DIFENSORI – In entrata dopo Glik e con il dirottamento di Letizia a destra, arriveranno due terzini mancini di cui uno di primissima fascia e un’alternativa al titolare. Qualora, invece, Barba verrà considerato terzino ci sarà un solo acquisto, ma ciò aprirebbe all’acquisto di un altro centrale di difesa e possibilmente di piede mancino e che possa essere il sostituto naturale di Caldirola. Al centro della difesa andrà sicuramente via uno tra Antei e Volta, con Tuia che ad oggi ha maggiori chance di giocare ancora un altro anno nel Benevento. Nella rosa della prossima stagione non ci sarà spazio per Gyamfi, ma per il ghanese resta ancora in piedi l’ipotesi di un rinnovo di contratto per poi essere girato in prestito in serie B. Tra i cadetti sarà girato, con ogni probabilità, anche il baby Rillo. Il giovane sannita, dopo le quattro presenze in serie B, andrà a farsi le cosiddette ossa e non è da escludere che possa esser presa in considerazione anche l’idea di darlo in prestito a una squadra di serie C.

CENTROCAMPISTI – Ad oggi fanno parte della lista dei confermati Hetemaj, Schiattarella e Viola e nella zona nevralgica del campo è facile ipotizzare che ci saranno almeno due innesti che andranno ad alzare il livello qualitativo e quantitativo della rosa di Pippo Inzaghi. A completare il reparto da un punto di vista numerico non è da escludere la conferma di uno tra Tello e Del Pinto, con il colombiano che per la sua duttilità tattica appare decisamente favorito sul centrocampista aquilano. In uscita anche il baby Basit e Vokic e per entrambi si opterà per una cessione in prestito, con la speranza che possano giocare con una certa continuità.

REPARTO OFFENSIVO – Rispetto agli altri giovani, Di Serio ha maggiori possibilità di far parte della rosa giallorossa anche in serie A e in attesa dei rinforzi (le operazioni in entrata tra esterni offensivi e prima punta dovrebbero essere addirittura tre) continuano le riflessioni su chi inserire tra i cedibili. Il maggiore indiziato è Kragl e per il tedesco è forte il pressing della Spal. Nuovamente in uscita anche il rientrante Iemmello, con il Perugia che questa sera a Pescara è atteso dalla gara d’andata dei play out. Continueranno, invece, a far parte del progetto tecnico giallorosso Sau, Insigne e Moncini. A loro tre potrebbe aggiungersi anche Improta e anche per l’esterno di Pozzuoli, così come per Tello, quella della duttilità tattica è un’arma a suo favore.