Benevento stadio

Continua la missione milanese di Pasquale Foggia e il direttore sportivo del Benevento, dopo quella di Tuia, sta provando a stringere i tempi per concludere qualche altra operazione in entrata. I nomi sul taccuino del diesse giallorosso sono, per questa prima fase, sempre quelli dell’esterno offensivo Christian Capone, del centrale di difesa Gianluca Mancini e dei centrocampisti Luca Valzania e Filippo Melegoni. Tutti e quattro sono di proprietà dell’Atalanta che da parte sua continua a mostrare un certo interesse nei confronti di Enrico Brignola e qualora il club bergamasco dovesse affondare il colpo per il baby di Telese Terme, è assai probabile che due o addirittura tre di loro facciano il percorso inverso rispetto a Brignola, giungendo all’ombra dell’Arco di Traiano con la formula del prestito.

Dei quattro chi hanno maggiori possibilità di vestire la maglia giallorossa nel prossimo campionato sono Capone e Mancini e a loro dure potrebbe aggiungersi Melegoni, anche se quest’ultimo è da tempo promesso sposo dell’Avellino. Abbastanza remote, invece, le probabilità di vedere Valzania nel Sannio, con Gasperini intenzionato a puntare molto su di lui dopo la partenza di Cristante. Gli eventuali arrivi di questi due/tre elementi non andrebbero a incidere nell’elenco dei diciotto over 23, essendo tutti e quattro nati dopo il 1 gennaio 1995.

Per quanto concerne la zona nevralgica, ad oggi, la situazione risulta essere assai ingarbugliata, con il club di via Santa Colomba che ha sotto contratto Nicolas Viola, Lorenzo Del Pinto, Ledian Memushaj e il rientrante Andrea De Falco, oltre ai baby Giovanni Volpicelli e Alessio Donnarumma. A questi potrebbero aggiungersi Raman Chibsah e Sandro, con il primo che farà ritorno al Benevento nel caso in cui il Frosinone sabato sera, nel ritorno della finale play off contro il Palermo, non dovesse centrare la serie A. Per il centrocampista brasiliano, invece, il 20 giugno scadrà l’opzione di riscatto del cartellino e il club giallorosso sembrerebbe intenzionato a versare i 2,3 milioni di euro nelle casse dell’Antalyaspor, per poi cedere il calciatore al migliore offerente in serie A o all’estero. Da escludere, quindi, la possibilità che Sandro resti nel Sannio a riscatto avvenuto e sarà da valutare anche la posizione di Chibsah, nel caso in cui dovesse tornare a Benevento.

La situazione più spinosa, in tale reparto, riguarda Nicolas Viola, con il regista di Taurianova legato al club del presidente Vigorito sino al 30 giugno 2019 e cercato con una certa insistenza ormai dal Chievo. Il calciatore rientrerà dalle vacanze la prossima settimana e incontrerà il massimo dirigente giallorosso per vedere se ci sono le possibilità che il suo contratto venga allungato sino al 2021. Qualora ciò non dovesse accadere, accrescerebbero ancora di più le probabilità che le strade di Nicolas e del Benevento possano separarsi, con il diesse Foggia che avrà l’arduo compito di individuare un regista dalle qualità simili a quelle dell’ex Novara, dal momento che soprattutto in serie B ha dimostrato di non avere eguali in tale posizione.

Il dirigente giallorosso avrebbe pensato ad Andrea Schiavone, a Cesena nelle ultime due stagioni, ma ormai prossimo alla firma con il neopromosso Padova. Un altro nome sulla lista di Foggia è quello di Michele Castagnetti, nell’ultima stagione all’Empoli, ma di proprietà della SPAL e il regista nativo di Montecchio Emilia nelle ultime tre stagioni ha vinto ben tre campionati, avendo aggiunto ai due con il club emiliano la promozione in massima serie con la maglia dei toscani in quest’ultima annata.

Oltre a quello di Viola, resta ancora da decifrare anche il futuro di Lorenzo Del Pinto, legato così come il regista calabrese sino al 2019 al Benevento e non è da escludere la possibilità che “Anema e Core” resti un’altra stagione nel Sannio e per lui sarebbe la quarta con la maglia giallorossa. Un discorso che non può essere allargato anche a Ledian Memushaj, legato al Benevento sino al 2020, ma destinato a lasciare il club giallorosso dopo una sola stagione, nella quale ha totalizzato diciassette presenze e l’ultima in ordine di tempo in occasione del derby interno contro il Napoli dello scorso 4 febbraio.

Dopo la mancata cessione alla Vibonese nella scorsa estate, verrà girato a un club in serie C il classe ’98 Alessio Donnarumma, anche lui legato al Benevento sino al 2020 e desideroso di farsi le ossa in un campionato professionistico, avendo fatto il fuori quota nell’ultimo campionato Primavera.

Il terzo livello del campionato italiano di calcio potrebbe riaccogliere anche Andrea De Falco, di ritorno al Benevento dopo l’esperienza al Matera, ma con mister Auteri che vorrebbe averlo con sé anche al Catanzaro. Toccherà a mister Bucchi prendere la decisione finale, con il tecnico del Benevento e il centrocampista che si conoscono dal 2004, avendo giocato insieme all’Ancona, in serie A, nella seconda parte della stagione 2003/2004.