Benevento-Triestina 2-1: la Strega strappa il pass per i quarti

Dopo l’1-1 di martedì sera al “Nereo Rocco”, al “Ciro Vigorito” Benevento-Triestina si affrontano per il ritorno del primo turno nazionale dei play off di serie C. Ai giallorossi basterà non perdere per approdare ai quarti di finale. Agli alabardati, invece, serve la vittoria per non essere eliminati.

Le scelte – Auteri senza lo squalificato Pinato si affida a Ciciretti e l’altra novità in avanti è rappresentata da Perlingieri accanto a Lanini. A centrocampo, invece, Agazzi è preferito a Talia. Tra gli ospiti stessi calciatori di movimento di martedì sera, con Bordin che logicamente schiera in porta Matosevic al posto dell’infortunato Agostino.

La gara – Al 3′ ospiti subito in vantaggio, con Malomo che raccoglie un cross dalla sinistra in seguito a una punizione battuta da Correia e di testa beffa Paleari. Il gol subìto è una doccia ghiacciata per il Benevento che al 6′ rischia di capitolare e il tentativo mancino di Minesso viene deviato in angolo. Scampato il pericolo, la Strega inizia ad alzare il baricentro e al 9′ una magia di Ciciretti vale il gol dell’1-1. Il numero novantanove giallorosso beffa Matosevic con un’autentica perla con il mancino. Riequilibrata la contesa, al 16′ il “Vigorito” impazzisce ancora di più di gioia e Perlingieri realizza il gol del vantaggio al termine di un’azione insistita avviata da una ripartenza di Nardi. Per il prodotto del vivaio giallorosso una rete che non dimenticherà mai essendo anche la prima tra i professionisti. Al 19′ Bordin è costretto al primo cambio, con l’infortunato Malomo che lascia il posto a Moretti. Al 24′ pasticcio del Benevento che consente alla Triestina di avanzare verso la porta e la conclusione di D’Urso è respinta da Paleari, l’azione prosegue e Paleari respinge anche il tentativo di Minesso. Al 26′ Improta sfugge sul filo del fuorigioco e il suo diagonale è allontanato da Matosevic. Al 46′ Ciciretti ci prova con un’altra magia delle sue e Matosevic la sfiora di quanto basta per negare il 3-1 alla Strega.

La ripresa si apre con due cambi per gli ospiti, con Bordin che inserisce Fofana e Vertainen al posto di Vallocchia e Minesso. Al 2′ subito un pericolo per il Benevento e il diagonale di Redan si stampa sul palo. Al 12′ cross di Improta dalla destra che pesca al centro Simonetti che conclude e sulla ribattuta si fionda Lanini che vede respingersi il suo tentativo da Matosevic. Al 15′ pericolo nell’area del Benevento e dopo una serie di rimpalli la Strega riesce ad allontanare la sfera. Al 20′ applausi scroscianti per Ciciretti che lascia il posto a Ciano. Cinque minuti più tardi in campo anche Meccariello, esordio per lui al “Vigorito” e il centrale di Airola prende il posto di Agazzi, con Capellini che va a fare il braccetto di sinistra. Al 31′ nuovo pericolo per il Benevento, con Vertainen che raccoglie di testa un traversone dalla destra e il suo tentativo scheggia la parte esterna del palo. Al 39′ torre di Improta per Karic che da ottima posizione calcia il pallone in curva. Qualche istante dopo ci prova Lanini e la sua conclusione finisce di poco sopra la traversa. Al 42′ azione personale di Simonetti che avanza dalla sua fascia di competenza e il diagonale finisce fuori di poco. Nei restanti minuti la Strega controlla senza particolari affanni il vantaggio e nel recupero con Karic fallisce nuovamente il gol del 3-1. Al triplice fischio grande gioia sugli spalti per la qualificazione al turno successivo e domani conosceremo la prossima avversaria.

Tabellino
Benevento (3-4-3):
Paleari; Berra, Capellini, Viscardi (33′ st Karic); Improta, Agazzi (25′ st Meccariello), Nardi, Simonetti; Ciciretti (20′ st Ciano), Perlingieri (25′ st Talia), Lanini. A disp.: Manfredini, Giangregorio, Benedetti, Masciangelo, Kubica, Marotta, Ferrante, Rillo, Starita, Carfora, Bolsius. All.: Gaetano Auteri
Triestina (3-4-2-1): Matosevic; Struna, Malomo (19′ pt Moretti), Rizzo; Germano (33′ st El Azrak), Vallocchia (1′ st Fofana), Correia, Petrasso (25′ st Pavlev); Minesso (1′ st Vertainen), D’Urso; Redan. A disp.: Diakite, Vadjunec, Gunduz, Anzolin, Lescano, Ciofani, Jonsson, Ballarini, Celeghin, Crosara. All.: Roberto Bordin
Arbitro: Antonino Costanza della sezione di Agrigento
Assistenti:
Antonio D’Angelo della sezione di Perugia e Marco Colaianni della sezione di Bari
IV Ufficiale:
Andrea Bordin della sezione di Bassano del Grappa
Var: Matteo Gariglio della sezione di Pinerolo
Avar: Matteo Gualtieri della sezione di Asti

Marcatori: 3′ pt Malomo (T), 9′ pt Ciciretti (B), 16′ pt Perlingieri (B)

Note: terreno di gioco in ottime condizioni. Prima del fischio d’inizio osservato un minuto di silenzio in ricordo di Cesare Fogliazza, direttore generale della Pergolettese scomparso nella giornata di ieri. Recupero: 3′ pt, 4′ st. Angoli: 3-4. Spettatori: 6014, di cui 93 ospiti.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.